In Svizzera Netflix, Amazon e Disney dovranno investire nel cinema locale

Secondo le nuove regole, in Svizzera, le piattaforme di streaming dovranno contribuire alla produzione dell'industria audiovisiva nazionale

netflix

Chiamati alle urne, i cittadini della Svizzera hanno detto sì alla nuova legge sul cinema, con la modifica ribattezzata “Lex Netflix”.

Le nuove norme stabiliscono che le piattaforme che offrono film e serie tv online come Netflix, Disney + e Amazon Prime Video dovranno contribuire alla produzione di lungometraggi svizzeri, come già avviene per le emittenti della Confederazione.

In base a questa normativa i colossi dello streaming su abbonamento dovranno versare almeno il 4 per cento del fatturato lordo per la produzione di audiovisivi elvetici. Le piattaforme dovranno proporre in Svizzera almeno il 30 per cento di serie o film prodotti in Europa.

Il provvedimento allinea la Svizzera a quanto avviene in Europa, seppur con alcune differenze da stato a stato. In molti paesi, tra cui l’Italia, le piattaforme di streaming versano una quota del proprio reddito all’industria cinematografica europea.

 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 16 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.