Mister Roberto Gatti ha vinto ancora: il suo Sant’Angelo vola in Serie D

Nono campionato vinto per l’allenatore varesino di adozione: “Ambiente speciale, che merita categorie superiori”

sant'angelo calcio roberto gatti

Grazie alla vittoria 3-0 in casa della Cisanese, il Sant’Angelo ha vinto il Girone B di Eccellenza e l’anno prossimo sarà ai nastri di partenza della Serie D. Una società solida e ambiziosa, un ambiente appassionato e un allenatore che sa come vincere: Roberto Gatti.

Torinese di nascita, dopo aver vestito la maglia del Varese da calciatore, Gatti ha deciso di rimanere in provincia, a Vedano Olona. Quello con i rossoneri barasini è il nono campionato vinto: Chiasso, Stabio – con anche la Coppa Ticino -, poi Mozzatese, due a Marnate, Cistellum, Inveruno – con un’altra Coppa -, Vergiatese e Sant’Angelo.

Mister Gatti, come è nata questa avventura?

«Dopo i due campionati in Serie D a Caronno Pertusella, con il terzo posto alla prima stagione e un buon campionato l’anno scorso, ho capito che la mia avventura lì era finita. Ho pensato di voler cambiare, cercando una nuova sfida. È stato il direttore sportivo Davide Raineri che mi ha chiesto se fossi interessato. Sono andato a parlare e la piazza mi ha colpito da subito: è bella, con tanto seguito e ho pensato che mi serviva una squadra così, con una società ambiziosa».

Sono serviti 80 punti in classifica per questa promozione contro una rivale, l’Offenghese, che vi ha tenuto testa fino all’ultimo. 

«Vincere è sempre complicato, però abbiamo fatto 83 punti perché 3 li abbiamo persi a tavolino, il che vuole dire che siamo stati molto bravi e costanti tutto l’anno. L’Offanenghese ne ha fatti 77, anche loro hanno fatto un ottimo campionato, tanto è vero che non ci saranno i playoff nel nostro girone perché dietro abbiamo fatto il vuoto. Noi abbiamo pensato a fare il nostro campionato, siamo quasi sempre stati dietro di un punto ma nelle ultime giornate abbiamo sfruttato qualche passo falso dei nostri concorrenti, che sono una squadra molto importante, con un attacco devastante. È stato un bel duello, sono sicuro che faranno bene ai playoff nazionali».

sant'angelo calcio roberto gatti

A proposito di playoff, come vede le sfide che ci saranno prossimamente?

«C’è una partita stupenda: Vogherese-Sestese. La Sestese ha un allenatore forte, la Vogherese può contare su un grande pubblico, sono sicuro che a Voghera ci saranno tantissimi spettatori. Chi vince poi avrà la sfida con la  che secondo me è stata la sorpresa del Girone A».

Qual è stato l’aspetto più positivo di questa annata

«Conoscere l’ambiente che c’è a Sant’Angelo. La domenica quando si gioca in casa è bellissimo: il pubblico ti trascina, è di categoria superiore. Credo che sia una piazza importante che merita categorie superiori. I barasini sono un popolo particolare: caldo e attaccato alla maglia, un po’ come quello del Varese, anche se con le dovute proporzioni».

E il prossimo anno sarà mister Gatti l’allenatore del Sant’Angelo in Serie D?

«Abbiamo già intavolato una trattativa e ci sono buone possibilità di rimanere. Per me è impegnativo perché abitando a Vedano Olona sono parecchi chilometri, ma l’ambiente è molto bello e io mi sono trovato molto bene. Diciamo che se non capita nulla di strano , è facile che rimanga lì».

Francesco Mazzoleni
francesco.mazzoleni@varesenews.it
Sport e Malnate, passione e territorio per comunicare e raccontare emozioni
Pubblicato il 04 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.