In Lombardia negli ultimi 10 anni la superficie edificata per i magazzini logistici è aumentata del 50%

Un progetto di ricerca della Liuc Business School, guidato dal professor Fabrizio Dallari, ha realizzato la mappatura dei nodi logistici della Regione logistica milanese

Economia varie

Negli ultimi 10 anni in Lombardia la superficie totale edificata per i magazzini è aumentata del 50%, passando da 10 milioni a 15,8 milioni di metri quadrati. Questa è una delle tante evidenze emerse dalla mappatura dei nodi logistici in Lombardia un progetto di ricerca della Liuc Business School, guidato dal professor Fabrizio Dallari (foto sopra), direttore dell’Osservatorio OSIL, e realizzato dai ricercatori Fausto Pacicco, Martina Farioli e Martina Baglio.

In questa ricerca si parla di “Regione logistica milanese”, una definizione, introdotta per la prima volta nel 2010, che fa riferimento a un’area ad ovest, cioè Novara, a Brescia che si trova a est,  includendo anche Piacenza posizionata a sud. Un territorio costituito da 14 provincie, le cui risorse logistiche materiali e immateriali sono a prevalente servizio del sistema manifatturiero e commerciale lombardo.
«I magazzini della Regione logistica Milanese – spiega Dallari – rappresentano il 35% della dotazione in Italia, pari a oltre 950 magazzini per un totale di circa 16 milioni di mq di superficie coperta. Inoltre, il 50% degli immobili a uso logistico si concentra entro un raggio di 40 km dal centro di Milano e il 75% dei magazzini dista meno di 5 km dal casello o svincolo autostradale più vicino».
È dunque l’accesso all’autostrada, con le dovute eccezioni, ad aver guidato lo sviluppo dei magazzini, «cresciuti molto spesso secondo logiche puramente speculative» sottolinea Dallari.

La dimensione media dei magazzini è pari a 16.000 mq e varia in funzione della tipologia: si va dai 6500 mq dei transit point ai 18000 mq dei logistics center, fino ai 28500 mq dei centri distributivi.

«Anche in Lombardia, analogamente a quanto avviene nella maggior parte delle city region europee – spiega il docente della Liuc – si assiste all fenomeno del “logistics sprawl”. I  magazzini più grandi sono localizzati a 20-30 km dalle principali aree urbane, mentre i magazzini di prossimità, sono localizzati a ridosso delle aree periurbane».

Nella classifica presente nella ricerca, Varese si colloca in ottava posizione con 43 magazzini (in decima se si considerano anche le province di Piacenza e Novara) per un totale di 458626 mq con una superficie media di 11mila mq e una distanza media dal casello autostradale di 4,4 km.
La provincia di Lodi è quella che presenta la maggior vocazione logistica anche in
ragione della sua conformazione, distribuita simmetricamente rispetto all’autostrada A1 con 3 caselli autostradali. Nella regione logistica milanese viaggiano 72.000 automezzi al giorno, mentre l’occupazione diretta si assesta a 67.000 addetti.

Michele Mancino
michele.mancino@varesenews.it

Il lettore merita rispetto. Ecco perché racconto i fatti usando un linguaggio democratico, non mi innamoro delle parole, studio tanto e chiedo scusa quando sbaglio.

Pubblicato il 19 Marzo 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.