“Burning” del regista taiwanese Tang Hao vince il premio della giuria di Cortisonici

Grande successo per l'edizione 2024 del festival che si è chiuso sabato con la terza tre serata di pienone al Cinema Nuovo

Varese - Premiazione di Cortisonici 2024

Si è chiusa ieri sera a Varese con tre serate di pienone al Cinema Nuovo, l’edizione 2024 di Cortisonici. Sul podio, tra premi e menzioni, produzioni da Taiwan, Germania, Francia, Italia e Indonesia, nel segno di un festival internazionale tutti gli effetti.

Il Premio della giuria tecnica, formata dallo staff de Il Cinemino, va a Burning, di Tang Hao (Taiwan). «Il nostro premio va a  Burning, un film dalla costruzione semplice e lineare e dalle scelte essenziali nell’ambientazione e nei personaggi, che ci restituisce una grande potenza narrativa suscitando emozioni forti – spiega la motivazione del premio – La fotografia magistrale, le scelte registiche e il sonoro contribuiscono tracciano uno spaccato d’infanzia dal gioco alla tragedia, rendendo indimenticabili i bambini protagonisti».

La giuria tecnica ha assegnato inoltre delle menzioni speciali a Basri & Salma in a Never-Ending Comedy di Khozy  (Indonesia): «Una cinematografia e una cultura lontane che ci parlano di temi attuali e scottanti anche da noi. Un film ricco sia tematicamente sia esteticamente, ironico tragico, con scelte tecniche di alto livello a partire dalla fotografia e dal montaggio».

Seconda menzione per L’age acrobatique di Mathieu Barbet (Francia): «Un corto coming of age particolarmente riuscito grazie a personaggi realistici e bilanciati, un punto di vista originale, scrittura, fotografia e montaggio ottimi».

Il Premio Giuria Giovani, assegnato dagli studenti dell’Università dell’Insubria di Varese, va a “Foto di gruppo” di Tommaso Frangini (Italia). Questa la motivazione: «Nella sua delicatezza, attraverso un linguaggio cinematografico al servizio della narrazione, il film restituisce un’atmosfera nostalgica, che scuote gli animi di noi giovani adulti, accogliendo multiple interpretazioni. Mediante scelte fotografiche efficaci, il cortometraggio regala emozioni forti, sottili, di difficile spiegazione verbale, restituendo sentimenti quali il sentirsi persi e soli nel gruppo, nonché il riconsiderare decisioni prese in un passato ormai trascorso. Ponendosi in risonanza con le nostre vite, il film diviene specchio espressivo del passaggio forzato, ma naturale, tra il mondo universitario e quello delle responsabilità degli adulti effettivi».

Il premio del pubblico in sala che ha votato con i gettoni cortisonici nelle serate di proiezione va a premio H2O my love di Laëtitia Martinoni (Francia). A consegnare il premio l’assessore alla Cultura Enzo Laforgia.

Il Premio Ronzinanti assegnato dagli organizzatori va a Beyond a place di Johanna Bröckel & Nicola Schwartz (Germania). Motivazione: «Coinvolgente, vitale, gratuito, il cortometraggio l’essenza trasformativa di un gioco in un potente strumento di coesione urbana e di sviluppo personale. Come intendiamo noi un festival: una comunità imperfetta, multiforme, accumunata da una passione che colma le distanze, popolare e senza mai essere elitaria.  Vince il premio Ronzinanti dato dall’Associazione Cortisonici per la speranza e l’amore che ci ha trasmesso Beyond a place».

A presentare il concorso internazionale si sono alternati sul palco Massimo Lazzaroni, storico direttore organizzativo, Tatiana Tascione, responsabile di Cortisonici Ragazzi, Matteo Angaroni, presidente dell’associazione Cortisonici.  Dietro le quinte il lavoro dello staff cortisonico, formato dai tanti volontari di tutte le età che ogni anno dedicano tempo, impegno e amore per realizzare il festival.

Prosegue poi la campagna di raccolta fondi Miracolo a Varese, attivata a sostegno del festival. Chiunque può dare il proprio contributo con una donazione, grande o piccola sul sito www.cortisonici.org

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 14 Aprile 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.