Vandalizzato a Gemonio il monumento in memoria delle vittime delle foibe

Il danneggiamento probabilmente nella notte. Via social è intervenuto sull'episodio anche il vicesindaco di Gemonio Luca Primo Magnani che ha detto "lo ricostruiremo"

Gemonio - Vandalizzato il monumento alle vittime delle foibe

Sconcerto a Gemonio per un atto vandalico che si è verificato probabilmente la scorsa notte. Sconosciuti hanno distrutto il monumento alle vittime delle foibe, che si trova nei pressi del cimitero.

Il coordinatore di Fratelli d’Italia per la Valcuvia, Dario Frattini, che era stato il promotore del posizionamento della lapide quando era assessore a Gemonio, parla di un “atto vigliacco e vergognoso che dimostra come, a distanza di tanti anni, ci sia ancora chi non ha compreso che le foibe sono state una tragedia per gli italiani”.

Via social è intervenuto anche il vicesindaco di Gemonio Luca Primo Magnani, che “E’ un monumento di tutti, della destra e della sinistra, dei forti e dei deboli. Perché quei buchi, pieni di gente, detriti, armi, gente e così via, hanno ricevuto di tutto. Lo ricostruiremo, come siamo soliti fare con tutto quello che ci ricorda qualcosa che va tenuto a mente per non sbagliare di nuovo

«Mi sono recato sul posto ed ho visto questo scempio – dice Frattini – Hanno fatto di quel monumento scolpito da uno scultore veneto con materiale della zona carsica, un cumulo di macerie, proprio come fosse una “mattanza”. Atto violento e vandalico becero e vigliacco compiuto da beceri e vigliacchi. Chiedo a tutte le forze politiche di qualsiasi colore ed ideologia di condannare questi gesti di soggetti che vogliono portare violenza e odio all’interno del nostro Paese resuscitando azioni di personaggi demenziali e assassini».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 14 Aprile 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.