Antonio Futi

  • Vive a Varese VA

I miei commenti (1)

  1. Dopo aver letto la luuunga lettera del prof. Rutigliani da Gallarate (capisco che voglia compiacere i propri superiori ecclesiastici e datori di lavoro), vorrei ricordare tante cosette, ma ne scelgo solo alcune: gli insegnanti di religione spesso trattano i vari argomenti solo dal punto di vista cattolico e clericale, sfiorando a volte il catechismo; essi vengono nominati da un vescovo ( v minuscola) di turno, quindi da un piccolissimo e potentissimo stato estero, il Vaticano, ma sono pagati dall’Italia, cioè da tutti noi. Evidentemente non sono ancora sufficienti i tanti miliardi di euro,provenienti dall’8/1000 (anche quello non optato), dalle innumerevoli scuole private cattoliche, cliniche private, alberghi o affittacamere vari,contributi ed esenzioni varie,ecc ecc,ovviamente senza pagare Imu o emettere documenti fiscali. In provincia ce ne sono a decine! Stento a credere poi, che in provincia di Varese, gli studenti che frequentano irc siano il 90%; e nella scuola del prof. Rutigliani di Gallarate, qual è la percentuale? Veramente ha poco da pavoneggiarsi come dice! Ancora: perchè sempre più ragazzi in provincia ed in tutta l’Italia, per non parlare di altre nazioni a noi vicine, scelgono addirittura di uscire da scuola pur di non seguire religione cattolica? Il prof. dovrebbe informarsi sulle tantissime aule semivuote durante l’irc, ma purtroppo pienissime (classi pollaio) nelle altre materie; perchè tali insegnanti hanno avuto ed hanno tanti privilegi rispetto agli stessi colleghi laureati, che hanno fatto concorsi e una gavetta per loro inimmaginabili? Infine: il prof. scrive che l’alternativa non può essere né educazione civica, né un’anonima (?) storia delle religioni perché ci sono troppi nomi e date: la verità è che a nessuno piace la concorrenza e riflettere veramente sul mondo che ci gira intorno!

    in Religione a scuola, la testimonianza di un docente

    18 Gennaio 2016 @ 10:50

Foto dei lettori (0)

Notizie (0)

Lettere (0)

Auguri (0)

Viaggi (0)

Nascite (0)

Matrimoni (0)

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.