L’Ulivo candida Luca Radice

Scelto l'uomo che dovrà guidare il centrosinistra dopo 8 anni di giunta Uslenghi

E’ Luca Radice, 34 anni, sposato, due figli, cassanese di adozione, presidente di una cooperativa sociale, il candidato sindaco dell’Ulivo alle prossime elezioni amministrative di primavera. 

La scelta é stata ufficializzata ieri dal coordinamento cittadino della coalizione di centrosinistra e comprende anche il Partito della Rifondazione comunista. 

«Vogliamo portare un modello di gestione della cosa pubblica che valorizzi la partecipazione dei cittadini e la salvaguardia dei diritti di tutti» spiega Radice. Il giudizio su 8 anni di giunta Uslenghi, come prevedibile, è molto negativo: «Una giunta che ha umiliato e depresso la partecipazione democratica e i tanti comitati sorti sono lì a testimoniarlo». 

Ma come pensano di ribaltare le cose gli alfieri del centrosinistra? La coalizione presenta alcune linee guida che faranno da base programmatica della corsa di Radice alla conquista della poltrona di sindaco. 

Prima preoccupazione, quella di stabilire legami forti con la gente; nel documento di presentazione si parla di associazionismo, partecipazione, difensore civico, istituzione dell’ufficio relazioni con il pubblico, assessorato apposito per i problemi di infanzia e adolescenza, centro di aggregazione giovanile, rilancio di formazione professionale e sostegno alle attività economiche, con un occhio alla tradizionale politica della sinistra: case popolari o convenzionate per i soggetti deboli. 

Ma soprattutto é il metodo di lavoro che Radice e i partiti del centrosinistra tengono a sottolineare dovrà essere completamente rivisto rispetto ai "competitors" del centrodestra. «La mancanza di metodo e programmazione di questi anni ci ha colpito negativamente – spiega Radice -, noi vogliamo dare una svolta impostando un modello di gestione più partecipato e vicino a tutti». 

L’Ulivo riparte insomma dal lavoro sul territorio: sei mesi di tempo per conquistare fiducia nei propri mezzi e per far conoscere il candidato, che fino ieri era il coordinatore dell’Ulivo di Gallarate e che ha iniziato la sua militanza tra le file dei giovani repubblicani, passando poi per le esperienze di Alleanza democratica e ora dei circoli che hanno sostenuto la candidatura di Francesco Rutelli alla guida del paese. Primo passo previsto: la messa in rete di un sito Internet da cui iniziare la rincorsa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.