Lonatesi e l’ambiente: quale rapporto?

In distribuzione un questionario per sondare la coscienza ecologista degli abitanti

Quanto bene vuoi a te stesso e a Lonate Pozzolo?
L’amministrazione comunale lancia un questionario per saperne di più.
Dodici domande per sondare la coscienza ambientale dei lonatesi e la loro voglia di impegno. L’amministrazione comunale di Lonate Pozzolo, nell’ambito
del progetto di Agenda 21, ha fatto recapitare in tutte le case dei lonatesi
un questionario per capire quanto i suoi cittadini sappiano dell’impegno profuso in Agenda 21, e indipendentemente da questo, quanto abbiano a cuore i problemi dell’ambiente e della qualità della vita, e soprattutto quanto siano disponibili ad impegnarsi in prima persona.

«Il nostro Comune è teatro di grandi trasformazioni che stanno portando rilevanti cambiamenti sociali, economici e ambientali nell’intero territorio», scrive Giovanni Canziani, il sindaco di Lonate Pozzolo, nella lettera che ha accompagnato il questionario nelle case dei lonatesi. «Per affrontare e risolvere in modo positivo i problemi che sorgono a seguito
delle modificazioni in atto, l’amministrazione di Lonate Pozzolo sta
sviluppando il programma di Agenda 21 con l’obiettivo di perseguire uno sviluppo sostenibile per la nostra collettività. Il programma in corso è stato finanziato dal Ministero per l¹Ambiente. Lo sviluppo sostenibile cerca
di armonizzare gli elementi di trasformazione con quelli storicamente presenti, in una logica di equilibrio economico, sociale e ambientale. Le
nostre finalità riguardano il miglioramento della qualità dell’aria e dell’acqua, il controllo dei livelli di rumore, dovuto sia al traffico aeroportuale che stradale, e la gestione della raccolta rifiuti. Il lavoro che abbiamo impostato prevede il coinvolgimento e la partecipazione di tutti i cittadini, perché possano fornire un contributo importante e attivo, nella ricerca di soluzioni praticabili e attive della qualità della vita nel suo complesso».

Il questionario può essere consegnato da subito presso l’ufficio Ecologia, Edilizia privata del Comune o da settembre negli appositi contenitori contrassegnati dal logo di Agenda 21, che verranno messi nelle scuole, e negli edifici pubblici di Lonate Pozzolo. Chi l’avesse smarrito, ma vuole dire la sua può richiederne una copia all¹ufficio ecologia del Comune.

1. Ha sentito parlare di Agenda 21 prima d’ora? Se si, in che contesto? (giornali, lavoro, televisione, internet, associazioni)

2. Ha mai sentito parlare di sviluppo sostenibile? (uno sviluppo che soddisfi i bisogni del presente senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare i propri)

3. Ritiene che l’attuale modello di sviluppo della nostra società sia compatibile con il concetto di sviluppo sostenibile?

4. Ritiene che il nostro modo di vita sia compatibile con la reale disponibilità della natura (fiumi, boschi, territorio in generale) e con la sua capacità di carico?

5. Ritiene che i comportamenti individuali possano influire in maniera determinante sull’ambiente?

6. Lo sviluppo di Agenda 21 locale può favorire lo sviluppo sostenibile?

7. Ritiene che le azioni verso le problematiche ambientali, sociali, economiche e di sviluppo nel suo territorio siano portate avanti in maniera: buona, sufficiente, insufficiente?

8. Il fattore qualità della vita deve essere considerato un elemento: fondamentale, importante, marginale?

9. Tra i problemi territoriali del nostro comunale quale/i considera prioritario: rifiuti, rumore, aria, acqua, altro?

10. Il modo di coinvolgimento dei cittadini alle decisioni è: necessario, corretto anche se difficile, inutile?

11. Per Agenda 21 saranno attivati gruppi di lavoro tematici. È disposto a partecipare?

12. Ha degli argomenti da sollecitare?

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 agosto 2002
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.