Ladro senza benzina chiede passaggio a carabinieri in borghese

Aveva rubato un'auto a Busto. Lo hanno praticamente accompagnato in carcere

Ruba un’auto, rimane senza benzina sulla superstrada di Malpensa e viene raccolto da due carabinieri in borghese. E’ stata una serata da dimenticare, quella di ieri, per Orazio Cacioppo, un giovane classe 1975 che aveva scassinato e portato via una Fiat Uno bordeaux a Busto Arsizio. Di ritorno verso la città, all’altezza della zona Hupac, sulla 336, è rimasto a secco, abbandonando il veicolo in mezzo alla strada.
All’una di notte, per sua sfortuna, si trovavano a transitare in quel tratto, il comandante della caserma di Gallarate, capitano Giuseppe Donnarumma e il suo vice, il tenente Livio Propato, entrambi in borghese.
L’uomo si sbracciava e ai due militari fermatisi chiedeva di essere accompagnato a Busto Arsizio, senza però chiudere l’auto. I carabinieri notavano inoltre che il quadro di comando della Uno era stato manomesso. Decidevano allora di caricare sulla loro vettura Cacioppo, facendosi passare per rappresentanti.
Solo quando l’uomo si è accomodato nel sedile di dietro della macchina, e ha visto il capitano sedersi al suo fianco, ha cominciato a sospettare di aver incontrato le persone sbagliate. «Perché si siede di dietro?» ha chiesto. «Perché siamo carabinieri» gli hanno risposto i due militari. Ma a quanto pare il ladro non riusciva a credere alla propria sfortuna se è vero, come riferiscono dalla caserma di Gallarate, che fino a quando non ha messo piede al comando stazione ha continuato a pensare a uno scherzo. Era, piuttosto, uno scherzo del destino. Orazio Cacioppo, già segnalato alle autorità per altri reati, è stato riconosciuto autore del furto, dopo un controllo, e portato nel carcere di Busto Arsizio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.