Ospedali del Verbano, un incontro pubblico per fare il punto

Luino - A Palazzo Verbania il neo direttore dell’azienda ospedaliera varesina Roberto Rotasperti chiarirà le linee sulla sanità nel nord della provincia

E’ un incontro atteso quello che vedrà i vertici della sanità varesina in un’assemblea pubblica che si terrà questa sera, 20 gennaio, nelle sale di Palazzo Verbania a Luino attorno alle 21.
L’incontro, organizzato da Forza Italia, sarà l’occasione per fare il punto della situazione sullo stato delle strutture ospedaliere che comprendono il cosiddetto plesso “del Verbano”, ossia gli ospedali di Luino e Cittiglio oltre al centro di Cuasso al Monte, che serve la Valceresio. Invitato speciale in neo insediatosi direttore dell’Azienda Ospedaliera di Varese Roberto Rotasperti.
L’incontro, aperto al pubblico, sarà non solo diretto alle strutture ospedaliere esistenti, bensì all’ipotesi di realizzare in Valcuvia, a Cassano, un nuovo ospedale di media grandezza, per soppiantare, accorpandole, le attuali strutture di Luino e Cittiglio. Un’ipotesi che ha fatto discutere molto cittadini e amministratori della zona, preoccupati per lo stato attuale delle strutture e per i problemi cronici di cui soffre la sanità di confine.
A puntare il dito proprio su questioni come la fuga delle professionalità – mediche e infermieristiche – oltre confine, è stato più volte anche lo stesso sindaco di Luino Gianercole Mentasti, che oltre ad esprimersi in veste di amministratore ha parlato come “tecnico” essendo esso stesso un medico. «L’incontro di questa sera è importante soprattutto per capire dove andrà la sanità del nord della provincia a prescindere dalla realizzazione o meno del nuovo ospedale della Valcuvia», ha affermato Mentasti. In realtà, come più volte sottolineato, dubbi e perplessità circa lo stato della sanità nel nord della provincia non provengono solo da Rifondazione Comunista o dall’Ulivo, bensì anche dagli stessi amministratori con i colori della Casa delle libertà. A testimonianza di ciò la posizione più volte presa dal sindaco di Cittiglio Giuseppe Galliani, che ha espresso perplessità per la nuova struttura e dallo stesso senatore di Alleanza Nazionale Piero Pellicini. Pellicini ha di recente inviato una missiva all’attenzione del governatore Lombardo Roberto Formigoni e allo stesso ex direttore uscente dell’Azienda Ospedaliera di Varese Carlo Lucchina, ora a capo della sanità lombarda, auspicando un incontro per fare il punto della situazione sulla questione sanità, in modo da informare anche i cittadini sulle decisioni che verranno prese sul territorio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.