Whirlpool e Mv Agusta: porte aperte per un tour “istituzionale”

L'iniziativa è stata organizzata dai sindaci di Biandronno, Comerio e Ternate

Cos’hanno in comune Whirlpool e Mv Agusta? Di sicuro il fatto di essere due dei nomi più risonanti dell’economia varesina. Ma non solo questo. Entrambi infatti hanno piantato le radici in un territorio racchiuso praticamente negli stessi comuni: Biandronno, Comerio e Ternate. Leader americano ed europeo nella produzione di frigoriferi ed elettrodomestici la prima, orgoglio italiano nel settore motociclistico la seconda: entrambe hanno scelto di concentrare nella stessa area alcuni dei loro stabilimenti più importanti.

Un motivo, che ha spinto i sindaci dei tre paesi ad organizzare una vera e propria "visita guidata" alle due sedi invitando a partecipare alcuni rappresentanti delle istituzioni locali: Marco Reguzzoni, presidente della Provincia di Varese, Attilio Fontana, presidente del Consiglio regionale, Alfonso Pironti, prefetto di Varese e Pierluigi Zeli, presidente dell’Asl di Varese.

«Mv Agusta e Whirlpool sono due realtà molto importanti per la nostra provincia e per questo territorio in particolare – ha spiegato Antonio Calabretta, sindaco di Biandronno – siamo fieri di ospitarle. Le istituzioni locali devono essere vicine e attente alla loro realtà e alle loro attività. Abbiamo visto che molte delle difficoltà che hanno caratterizzato i mesi scorsi sono state superate e questo periodo può essere considerato abbastanza positivo».

A fare gli onori di casa, davanti alle porte dello stabilimento Mv Agusta Motor di Biandronno, che ospita la sede operativa del gruppo (quella principale si trova a Varese-Schiranna), erano presenti anche Fabio Tedeschi, sindaco di Comerio ed Enzo Grieco, sindaco di Ternate. «L’azienda è una delle rappresentanti del prodotto italiano – ha spiegato Eugenio Valenti di Mv Augusta Motor– e come tutte le altre deve affrontare ogni giorno difficoltà e sfide diverse. È passato poco più di un anno dall’emissione del decreto di uscita dall’amministrazione controllata. Da allora è iniziata una nuova fase di rilancio e di ripresa e di rilancio». Dallo scorso novembre, infatti, la maggioranza del gruppo è nelle mani della malese Proton (che detiene circa poco più del 57 per cento di Mv Agusta). 

«Il nuovo management – ha aggiunto Valenti – monitora giorno per giorno efficienza e produttività e ha fatto emergere risorse ed efficienze che erano state inutilizzate. L’attenzione del gruppo oggi è quasi interamente focalizzata sull’innovazione, l’attenzione ai particolari e la cura dei dettagli. Particolari che permettono alle nostre moto di valere così tanto. Un esempio? Tra pochi giorni verrà presentato un nuovo modello, prodotto in serie limitata (ventitre esemplari), che raggiungerà i sessantacinquemila euro».

La visita istituzionale è poi proseguita alla sede Whirlpool di Biandronno: «Vogliamo trasmettere un’immagine di Whirlpool sempre più vicina ai consumatori – ha spiegato Roberto Coato, vice presidente Whirlpool Europe – la nostra più grande aspirazione è quella di essere presenti nelle case di ogni famiglia. In questo territorio abbiamo due importanti sedi: il centro operativo di Comerio, che occupa oggi più di cinquecento dipendenti di diciotto nazionalità diverse e lo stabilimento di Cassinetta dove, su una superficie di oltre un milione di metri quadrati, lavorano quasi tremila persone. Qui si realizza la produzione di frigoriferi, cucine e macchine speciali e si concentra un know how molto qualificato. Più di trecento dipendenti sono infatti impiegati nello sviluppo dell’innovazione e dei prodotti». La multinazionale punta oggi tutti i suoi riflettori sul frigorifero "Side by side" destinato ad una fascia medio alta di consumatori. «La parola d’ordine è rimanere qui, ma in modo competitivo – ha aggiunto Coato – il nuovo piano industriale ha permesso, dall’inizio di maggio, di rilanciare la nostra competitività, ma il percorso non è ancora finito: per essere vincenti e superare positivamente questo periodo non si deve smettere di investire in innovazione e tecnologia» 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 novembre 2005
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.