Mercato, le ultime mosse della Pro Patria

La società biancoblu si prepara ad una nuova stagione: probabile nuovo tecnico Marco Rossi (ex Lumezzane), rinnovo contrattuale per Artico, in partenza Dato e Salvalaggio, sul fonte acquisti ancora tutto da definire

La Pro Patria si prepara ad una nuova stagione in C1, la quinta consecutiva, con gli obiettivi di sempre: soddisfare un pubblico esigente e dare la scalata alla zona playoff, e da lì alla B. Fra le novità più importanti ci sarà un nuovo tecnico per i tigrotti: Giancesare Discepoli è infatti in partenza dopo aver chiuso il rapporto con la società bustocca. Discepoli aveva comunque stretto un buon rapporto con giocatori e tifosi, a dispetto del rendimento non sempre all’altezza del team. Il suo successore dovrebnbe essere, a scanso di sorprese, l’ex allenatore del Lu­mezzane Marco Rossi: manca solo la firma per la definizione del contratto.
La famiglia Vender, sempre al timone della società biancoblu, conferma inoltre la sua fiducia nel dg Guffanti e nel direttore sportivo Carbone, che già da qualche tempo sono al lavoro per definire il nuovo organico dei tigrotti.

Fra i rinnovi contrattuali spiccano quelli del centrale di difesa Andrea Citterio e dell’attaccante Fabio Artico: i due esperti giocatori (31 e 33 anni rispettivamente) resteranno a Busto ancora per due stagioni. Ha rinnovato il contratto per altri tre anni anche il 24enne Luca Perfetti, mentre Giuseppe Ticli, in comproprietà con il
Milan, resterà fra i tigrotti ancora un anno. Conferme sicura per capitan Tramezzani, Valtolina, Temelin, Vecchio e Trezzi (il suo previsto trasferimento all’Arezzo è saltato dopo il grave infortunio ai
legamenti del ginocchio), ma anche per Ambrosetti e Cioffi, ancora sotto contratto; la società è intenzionata a trattenere anche Gibbs, Rosso
e Marino. Imburgia e Boscolo stanno invece valutando le offerte di rinnovo contrattuale ricevute.

Quanto invece alle vendite, il neopromosso Varese sarebbe interessato al portiere biancoblu Andrea Capelletti; ma finora non vi sono conferme ufficiali. L’altro portiere Castelli andrebbe sul mercato se Arcari dovesse tornare a Busto. Fra le partenze eccellenti quelle dei difensori Dato e Salvalaggio, giocatori con anni di esperienza in biancoblu (facevano parte del "blocco della promozione" che emerse dal purgatorio della C2); oltre a loro dovrebbero svincolarsi i centrocampisti Barison, Davanzante e
Bianco. Alto l’interesse intorno al giovane difensore Franchini, cui sono interessate varie squadre di serie A e B, dal Chievo al Mantova e alla Triestina.

Quanto agli acquisti, ancora tutto è in alto mare, come conferma il presidente Armiraglio: Resta infatti da definire la questione dell’ex portierone biancoblu Arcari con il Brescia e di Colombo con l’Albinoleffe: entrambi i giocatori sono in comproprietà, e fino a quando non si sarà deciso il colore della maglia che indosseranno non si potrà dire nulladi definitivo. Per ora la società si sta muovendo nei vivai delle grandi società in cerca di giovani di talento.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore