Castellanza, le novità a 180 giorni dopo il voto

Il sindaco Farisoglio e la giunta hanno presentato il lavoro svolto in questi sei mesi e i progetti futuri

«È difficile vedere già dei risultati in soli sei mesi di amministrazione, soprattutto dopo una continuità politica di dieci anni, ma mi ritengo soddisfatto del nostro lavoro». Così Fabrizio Farisoglio, sindaco di Castellanza dal giugno 2006, commenta il lavoro svolto dalla sua squadra nei primi 180 giorni dall’insediamento.
«In passato – continua Farisoglio – spesso le amministrazioni hanno puntato alle grandi opere, sicuramente utili, dimenticando però l’importanza della quotidianità. La manutenzione di quello che già esiste, che sia anche solo la potatura di un albero che ostacola il passaggio sul marciapiede, sono cose altrettanto importanti. Questo è quello su cui ci siamo concentrati in questo primo periodo: rendere più confortevole la vita dei castellanzesi, limitandoci anche solo a migliorare dei servizi che troppo spesso sono dati per scontati».

Presenti all’incontro di sabato mattina 16 dicembre tutti i membri della squadra amministrativa, che hanno esposto non solo quello che è già stato realizzato, ma anche i progetti futuri. Accanto al sindaco – che ha tenuto per sé la delega all’istruzione e alla cultura -, c’erano quindi gli assessori alle Attività produttive, al Commercio e all’Ambiente, Ferruccio Ferro; al Governo del Territorio, Vittorio Caldiroli; alle Politiche Sociali  e Servizi alla persona Emanuele Abruzzo; al Bilancio e Tributi Tiziano Langè; ai Lavori Pubblici Guido Zampini; alla Sicurezza e Protezione Civile Giovanni Manelli e allo Sport, Tempo Libero, Servizi Demografici Simone Tornaghi.
«I progetti su cui abbiamo lavorato– spiega Farisoglio – riguardano grandi campi: il nostro impegno costante, che avevamo già annunciato in campagna elettorale, è quello di rispettare sempre il principio della sussidiarietà».
Ecco quindi che, per quanto riguarda gli interventi più immediati e visibili, è stato istituito il teleallarme per gli anziani che vivono soli e contemporaneamente l’assessorato ai Servizi alla persona continua a lavorare sul fronte degli anziani a dei giovani. Per quanto riguarda “l’arredo urbano”, dopo un check up del territorio sono partiti i lavori di manutenzione e riqualificazione di strade e parchi. Sul tema della sicurezza, è stato invece implementato il servizio di videosorveglianza sul territorio. Ancora, per sostenere il commercio cittadino, il comune ha garantito il 50 per cento delle bancarelle del Mercatini di Natale ai commercianti cittadini. «Possono sembrare interventi piccoli e senza importanza – sottolinea Farisoglio – ma sono quelli di cui cittadini hanno bisogno e che percepiscono per primi. Troppo spesso questi bisogni sono dati per scontati, ma possono creare grandi problemi».

Per il futuro invece, le problematiche riguardano tempi più ampi. Dai piani di zona, ovvero la collaborazione anche economica con gli altri comuni della Valle Olona, alla stesura del Piano di Governo del territorio e al controllo della gestione del bilancio all’interno dell’amministrazione. Sempre nel medio lungo termine, l’assessorato all’Ambiente ha iniziato una collaborazione con Arpa (Agenzia territoriale protezione ambiente) per spingere le aziende a limitare le emissioni inquinanti. Su temi sicuramente più leggeri, anche l’assessorato alla Cultura intende lavorare nei prossimi mesi per migliorare le attività sul territorio castellanzese. L’idea, è quella di promuovere iniziative qualificate, anche in collaborazione con realtà come la Liuc, e di creare un albo delle associazioni maggiormente attive a Castellanza. «L’obiettivo è doppio – conclude Farisoglio -: permettere a queste associazioni di lavorare in sinergia fra loro e di formulare proposte nate come progetti che coinvolgano più realtà del territorio».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.