Il programma del Polo civico di centro

Trasparenza, democrazia e giustizia e informazione nel documento presentato ai cittadini

Riceviamo e pubblichiamo 

Sintesi del Programma del Polo Civico di Centro di Besozzo 

A seguito degli incontri degli ultimi mesi con i cittadini di Besozzo, il POLO CIVICO DI CENTRO, attraver-so il Comitato per una lista civica a Besozzo, ha individuato i seguenti punti programmatici che la Lista civica, guidata da Tommaso Piemontese, dovrà realizzare se chiamata ad amministrare Besozzo. In mancanza, sia che si ritrovi all’opposizione, che come semplice movimento di cittadini accomunati da simili intenti, questo Comitato si adopererà perché il programma, che è dei cittadini, sia comunque preso in considerazione da chi amministra. Il Comitato, infatti, ha a cuore di riconciliare i besozzesi con la gestione della cosa pubblica, convinto che i cittadini, se messi in condizione, possono realizzare meglio di qualsiasi istituto il controllo necessario e sufficiente ad una gestione onesta, morale ed efficace della propria città. 

Elementi portanti e fondamentali dell’azione amministrativa e di relazione da realizzare: 

TRASPARENZA

Analizzare la situazione finanziaria e la corrispondenza del bilancio con la situazione reale per pubblicare un conto economico comprensibile ai più. 

DEMOCRAZIA

Organizzare un meccanismo di consultazione generalizzata della cittadinanza, a costi ridotti, per permettere la maggior partecipazione possibile al processo decisionale. 

GIUSTIZIA & INFORMAZIONE

Attivare l’istituto del Difensore Civico e creare punti di informazione e raccolta osservazioni e reclami in ogni frazione per permettere a ciascuno di conoscere e far valere i propri diritti; Attivare un sistema di informa-zione delle iniziative comunali efficace e puntuale. 

Nel dettaglio, previa consultazione della popolazione e verifica delle risorse disponibili,

la lista civica, una volta individuate le priorità, aspira a realizzare, per i singoli settori d’intervento, le seguenti iniziative:

INFRASTRUTTURE & SERVIZI

·            Potenziare la rete di distribuzione cittadina del gas metano favorendone l’estensione nelle zone periferiche del territorio comunale

·            Revisionare il sistema fognario e collettare la rete degli scarichi dei reflui urbani ai depuratori

·            Ridisegnare la viabilità e le aree di sosta e parcheggio con l’obiettivo di ridurre il rischio di incidenti, limitare l’inquinamento acustico e ambientale, migliorare la fluidità del traffico e la semplicità di utilizzo e potenziare i collegamenti con le frazioni

·            Realizzare nelle frazioni, eventualmente in collaborazione con privati, parchi comunali con spazi e strutture per giovani e bambini, corredati da parcheggi adeguati

·            Riqualificare il parco di via Milano con particolare riguardo l’area giochi per bambini

·            Studiare la realizzazione di piste ciclabili e la possibilità di incremento delle zone pedonali

·           Con l’accordo degli impiegati comunali, sentiti i cittadini, individuare orari più flessibili di apertura dei servizi al pubblico

·            Ridurre, per i cittadini, i costi dello smaltimento dei rifiuti ingombranti alla piattaforma ecologica co-munale e rivedere il sistema di raccolta degli stessi, in particolare di quelli pericolosi per l’ambiente (pile, farmaci scaduti, ecc.).

AMBIENTE

·            Rendere obbligatoria l’installazione di vasche d’accumulo di acqua piovana nelle nuove costruzioni

·            Migliorare l’efficacia della rete idrica, incentivando la riduzione dei consumi di acqua potabile, e salva-guardare le fonti di approvvigionamento

·            Incoraggiare il ricorso a fonti di energia alternative; in particolare, nelle nuove costruzioni e nelle ristrutturazioni, incentivare l’installazione di impianti singoli ad energia rinnovabile e di impianti centralizzati con monitoraggio dei consumi

·            Promuovere il recupero del patrimonio edilizio esistente, prima di destinare nuove aree all’edilizia

·           Nei progetti di realizzazione o di recupero di immobili comunali, inserire sistematicamente impianti tecnologici eco-compatibili, in grado cioè di ottenere contemporaneamente un risparmio energetico e la riduzione dell’inquinamento atmosferico

SOCIALE

·            Monitorare le condizioni di vita dei meno abbienti, di disabili, anziani e ragazze madri per individuare le forme di intervento più appropriate: dal semplice incoraggiamento del volontariato sociale alla presa in carico, all’assistenza e al sostegno finanziario, allo sviluppo delle strutture per l’ospitalità delle persone in difficoltà e dei servizi a domicilio per anziani

·            Avviare una politica d’abbattimento delle barriere architettoniche che rendono l’accesso difficoltoso a disabili ed anziani

·            Valutare la possibilità di realizzare la sede per una Guardia Medica a Besozzo, eventualmente ricorrendo al consorziamento con i Comuni limitrofi 

ATTIVITÀ PRODUTTIVE

·            Incentivare la realizzazione di strutture per il turismo

·            Programmare e sostenere lo sviluppo di insediamenti produttivi qualificati

·            Incoraggiare l’organizzazione di mercatini ambulanti nelle frazioni

·           Dare maggiore spazio ai corsi di formazione professionale ed alle iniziative di scambio di esperienze e conoscenze per creare nuove opportunità di lavoro.

·            Valutare la possibilità di realizzare un Piano per il commercio 

GIOVANI & SCUOLA

·            Sostenere l’azione educativa degli organismi scolastici pubblici e privati nella realizzazione di iniziative già in atto nei singoli plessi e nuove, volte a dare maggior vigore alla motivazione all’apprendimento

·            Potenziare gli ambiti di collaborazione, anche con interventi finanziari

·           Offrire occasioni e spazi per attività creative e formative, anche sotto forma ludica, in contrapposi-zione ai passatempi dannosi cui spesso sono costretti per mancanza di opportunità e modelli positivi, per riavvicinarli ai valori fondamentali della vita e al loro rispetto per il bene proprio e della comunità

·           Creare e/o potenziare infrastrutture sportive e azioni di volontariato.

·            Valutare ed eventualmente realizzare una nuova scuola materna.

·            Ampliare e migliorare la Biblioteca civica con l’estensione degli orari di apertura al pubblico e dando una particolare attenzione alla fruizione da parte dei più piccoli 

PATRIMONIO STORICO & CULTURA

·           Fare di Besozzo un punto di riferimento culturale per il turismo che si riversa sulla sponda lombarda del lago Maggiore, attraverso: l’incentivazione al recupero e alla messa a disposizione degli edifici storici, la realizzazione di manifestazioni culturali in collaborazione con la Pro Loco, e la valorizzazione della cultura e della storia locale. 

SICUREZZA

·            Risanare le scuole, secondo le prescrizioni delle leggi nazionali e comunitarie

·            Studiare un sistema di monitoraggio degli individui a rischio e investire nella prevenzione per ridurre la tentazione al crimine

·            Realizzando tutte le possibili sinergie con le diverse forze dell’ordine, verificare le condizioni di vita e le autorizzazioni di soggiorno degli extracomunitari per accelerarne l’integrazione, se in regola.

·            Realizzare a Besozzo una sede per la Protezione Civile

·           Istituire la figura del referente di “quartiere” come interfaccia tra i cittadini delle singole zone del territorio comunale e l’amministrazione    

FINANZIAMENTO

·            Ricercare e attivare tutte le forme di finanziamento alternative alla tassazione diretta che dovrà per quanto possibile essere limitata

·            Secondo il principio della specificità del bilancio, la tassazione diretta dovrà tendere ad essere colle-gata al servizio da effettuare o all’obiettivo, ben conosciuto, da raggiungere. 

La lista civica, infine, intende dare il via alla ricerca di risorse adeguate per finanziare i seguenti progetti a lunga scadenza che, quand’anche approvati e finanziati, vedranno probabilmente la luce sotto altre am-ministrazioni: 

·           Una variante stradale con lo scopo di deviare il traffico in transito, soprattutto di mezzi pesanti

·           La tutela e la salvaguardia della qualità delle acque del fiume Bardello e della salubrità dell’aria

·           Il recupero dell’area ex Sonnino

·           Il recupero del lungolago besozzese

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.