Tre fratelli in manette dopo un inseguimento

I Carabinieri li hanno sorpresi ed arrestati mentre cercavano di rubare in una ditta di carpenteria metallica in via Magenta

Nella tarda serata di domenica, i Carabinieri della Stazione di Cislago hanno arrestato tre giovani (S.H. di 21 anni, Z.H. di 32 anni e G.H. di 16 anni), cittadini italiani appartenenti alla medesima famiglia, tutti nullafacenti e pregiudicati per reati contro il patrimonio,  sorpresi dentro il capannone di una ditta specializzata in lavori di carpenteria metallica,  ubicata in via Magenta.

Il terzetto era intento a scegliere il materiale da asportare, e alla vista dei Carabinieri, prontamente intervenuti su segnalazione del proprietario della ditta che aveva sentito dei rumori provenire dal laboratorio, si sono allontanati di corsa a bordo della loro autovettura, un’Opel Astra.

Dopo un breve inseguimento i tre fratelli sono stati bloccati a poca distanza. «I tre, verosimilmente, erano diretti verso il campo nomadi di Turate, ove risiedono – spiega una nota dei Carabinieri – e dove avrebbero potuto molto facilmente far perdere definitivamente le proprie tracce».

Per i due maggiorenni si sono aperte le porte del carcere di Busto Arsizio, mentre il minore è "ospite" del Beccaria di Milano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.