Duemilalibri tra aneddoti in aeroporto e teatro da gustare

Venerdì 19 ottobre ospiti Alessandra Viotti, Elena Raffo, Claudio Mazzesi e Giorgio Scaramuzzino

Prosegue Duemilalibri, la settimana del libro e dell’autore in fiera, organizzata dall’Amministrazione Comunale di Gallarate – biblioteca Civica Luigi Majno, in collaborazione con la Fondazione Culturale di Gallarate, il Sistema Bibliotecario Panizzi, le librerie gallaratesi Carù, la Fonte, Rinascita e bustese Boragno, con il contributo e il patrocinio della Regione Lombardia e il patrocinio della Provincia di Varese prosegue a Gallarate fino al 21 ottobre. 

Venerdì 19 ottobre alle 17, per i bambini, merenda con la scrittrice Alessandra Viotti all’Angolo di Titti in via Marsala. Scrittrice, creatrice di moda, artista e disegnatrice, Alessandra Viotti ha scritto per i bambini “La collina di viole” (Lineadaria Edizioni) e “L’eco delle viole” (Lineadaria Edizioni) e, per lo stesso editore, anche uno splendido libro per un pubblico più adulto, “Biancopuro”, una fiaba d’arte e immagini dedicata all’artista Pippo Pozzi. Alle 18 al teatro del Popolo via Palestro 5, incontro con Elena Raffo e Claudio Mazzesi. Sono “Ricordi da prendere al volo” (Macchione Editore) quelli di cui Elena Raffo e Claudio Mazzesi, presentati dal vicedirettore di Rete 55 Chiara Milani e da Annitta Di Mineo, docente di lettere al liceo artistico di Busto Arsizio, parlano al Teatro del Popolo di Gallarate. Piccole e grandi storie che si snodano nel via vai di Malpensa, che Elena Raffo, corrispondente del Corriere della Sera, e Claudio Mazzesi, per vent’anni responsabile della comunicazione di Sea, raccolgono in un libro che è un collage di racconti interessanti, gustosi, persino toccanti. Cinquant’anni di vita dell’aeroporto, nelle cui sale si sono incrociate le vite di persone comuni e di vip: uomini, donne, bambini, famiglie, animali, oggetti che passano dove poco prima sono transitati personaggi come papa Giovanni Paolo II, Oriana Fallaci, Gorbaciov, Ronaldo ecc. Alle 21 nel ridotto del teatro Condominio Vittorio Gassman in via Sironi 2, l’attore e regista Giorgio Scaramuzzino, autore di produzioni teatrali per un pubblico sia adulto sia per ragazzi, nonché di testi di didattica teatrale e di racconti per bambini e curatore dell’inedito di Gianni Rodari “Libri d’oggi per ragazzi d’oggi”, dal 1986 facente parte della Compagnia del teatro dell’Archivolto di Genova, propone  la riduzione teatrale di “Come un romanzo” di Pennac, con la quale ha riscosso un notevole successo. I posti sono limitati, l’ingresso, con consumazione, è di 10 euro (8 i ridotti), per informazioni è possibile rivolgersi alla Fondazione Culturale di Gallarate al numero 0331 784140. Lo spettacolo è un percorso che attraverso il gioco, l’ironia e la partecipazione diretta degli spettatori ci vuole ricordare che “il piacere di leggere non è andato perduto. Si è solo un po’ smarrito”. E lo si può ritrovare facilmente”. Nel pieno rispetto di quelli che Pennac, nel suo libro, sottolineava come diritti imprescindibili del lettore. Un appuntamento imperdibile, in cui Scaramuzzino racconta con semplicità, scherza con il pubblico, entra in relazione con lui, stimola, trasformando il monologo in un dialogo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.