Paghi il bolletino postale, e con il resto doni la speranza

Fino al 31 ottobre, nelle poste italiane di Varese e provincia, si svolgerà la campagna nazionale per la raccolta fondi per la lotta ai tumori del seno

Poste Italiane sostiene la prevenzione: fino al 31 ottobre, infatti, si svolgerà la Campagna nazionale di educazione alla salute con la raccolta fondi per la lotta ai tumori del seno in tutti uffici postali di Varese e provincia. Negli uffici postali sarà attivo, per l’intera durata della campagna, il canale di raccolta “Dona il Resto”, che offrirà la possibilità di sostenere la lotta ai tumori del seno donando il resto di una qualsiasi operazione regolata in contanti ed effettuata presso gli sportelli postali. I fondi così raccolti saranno destinati al finanziamento di progetti volti al potenziamento delle strutture senologiche e alla promozione della ricerca del supporto e della formazione permanente su tutto il territorio nazionale. Inoltre è possibile fare donazioni fiscalmente deducibili tramite versamenti su conto corrente postale n. 85 95 00 38, intestato a Komen Italia onlus.

L’impegno del gruppo prosegue al fianco di Komen Italia onlus, l’associazione non profit che dal 2000 opera nel campo della lotta alle neoplasie del seno, patologia che colpisce migliaia di donne e costituisce, ancora oggi, la principale causa di morte nella popolazione femminile che ha superato i 35 anni di età. La campagna nazionale di educazione alla salute costituisce la prosecuzione del progetto “Race for the Cure”, le maratone che hanno visto la partecipazione,  tra gli altri, di donne che hanno affrontato e sconfitto il tumore del seno.

«E’ un progetto al quale il Gruppo Poste Italiane presta la massima attenzione – dichiara l’amministratore delegato di Poste Italiane Massimo Sarmi – Non è soltanto un’iniziativa di solidarietà. E’ un’occasione per porre l’attenzione su un problema che riguarda da vicino molte donne e le loro  famiglie. Così cerchiamo di interpretare la missione del Gruppo Poste Italiane, che è  al servizio del paese e avverte forte l’esigenza di offrire un contributo concreto per la ricerca, la prevenzione e la cura di patologie che minacciano la salute dei cittadini».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.