Perdita di etilene da una cisterna, paura in stazione

La sostanza tossica era all'interno di una cisterna su un treno merci diretto in Italia lungo la Bellinzona - Luino

Non accadeva da un po’ sulla linea ferroviaria Bellinzona – Luino ma ora è successo di nuovo riproponendo il rischio per la salute pubblica. Una cisterna su un treno merci diretto a Luino e poi verso Gallarate ha perso etilene stabilizzato, una sostanza che serve alla produzione della plastica. Il fatto è avvenuto ieri 30 ottobre alla stazione di Bellinzona dove la perdita ha insospettito i responsabili dello scalo merci che hanno fatto intervenire i pompieri di Bellinzona che hanno isolato l’area e chiuso la perdita. Secondo il portavoce di Ffs Alessandro Malfanti non ci sono stati pericoli per l’ambiente e per le persone. Perdite come questa sono state già registrate in passato anche alla stazione di Luino scatenando polemiche sulle sostanze che vengono trasportate nelle cisterne che transitano su questa linea, in alcune zone, a pochi metri dalle case. L’etilene, conoscenza di vecchia data nel Luinese, è una sostanza altamente tossica che in stato gassoso è dannosa per chi lo respira. Allo stato liquido, comunque, anche se a contatto con l’aria non è dannoso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.