Indagine sui bisogni di informazione delle microimprese

La presenta Camera di Commercio, su uno studio Insubria - Bocconi

In un’epoca di incertezza finanziaria, l’esperienza quotidiana dimostra come la crescita professionale di ciascuna persona all’interno dell’azienda sia il vero fattore di competitività su mercati sempre più complessi. Occorre, però che la formazione sia adeguata alle esigenze delle nostre piccole e medie imprese artigiane.
 
Per affrontare questo tema cruciale nello sviluppo del sistema economico provinciale, la Camera di Commercio ha promosso una ricerca sui fabbisogni formativi delle microimprese nella provincia di Varese. Lo studio, commissionato all’Università dell’Insubria, si è avvalso della collaborazione di Associazione Artigiani, CNA, ACAI, UPI e delle organizzazioni sindacali CGIL, CISL e UIL.
 
I risultati di un’analisi condotta su 1.112 aziende artigiane, verranno presentati durante il convegno che si terrà martedì 14 ottobre, con inizio alle ore 9.00, nelle sale del Centro Espositivo Polifunzionale “MalpensaFiere” di Busto Arsizio.
 
Dopo l’apertura affidata a Renato Scapolan, vicepresidente della Camera di Commercio, toccherà ad Alfredo Biffi e Marina Puricelli, docenti universitari rispettivamente all’Insubria e alla Bocconi, illustrare l’esito della loro indagine. Toccherà quindi alla Camera di Commercio presentare l’offerta formativa della propria azienda speciale Promovarese. A seguire due testimonianze d’impresa e le relazioni di Giancarlo Gamberini e Giovanna de Lucia, presidente e direttore di Fondartigianato, e di Valerio Zanolla, delle organizzazioni sindacali CGIL-CISL-UIL, per poi chiudersi con un dibattito tra i partecipanti.
 
Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi direttamente all’Area Promozione e Informazione Economica (tel. 0332/295.360 – mail:
argentiero@va.camcom.it). 
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.