La via della coca: dalla Colombia al Ponente ligure via Panama e Malpensa

Arrestati dalla GdF di Savona due colombiani, fratello e sorella: erano i destinatari di un pacco con libri riempiti di mezzo chilo di polvere bianca, sequestrato in agosto all'aeroporto insubre

La longa manus della Procura di Busto Arsizio arriva fino in Riviera. In esecuzione di due ordinanze di custodia cautelare in carcere disposte dal gip Venturi, i finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria delle Fiamme Gialle di Savona hanno arrestato due cittadini colombiani, un 39enne e la sorella di 29 anni, il primo residente ad Alessandria la seconda a La Spezia. L’accusa per fratello e sorella è di traffico internazionale di stupefacenti e spaccio. Le indagini sono state coordinate dal pm Baraldo della Procura bustese a seguito di un sequestro compiuto lo scorso agosto dai finanzieri di Malpensa.

La cocaina era nascosta dentro alcuni grossi libri da cui erano state tolte parte delle pagine interne, e che erano stati spediti per via aerea da Panama; si trattava di 500 grammi della sostanza, di straordinaria purezza, che una volta "tagliata" e suddivisa in dosi avrebbe potuto fruttare almeno 100.000 euro. Se non fossero stati intercettati e sequestrati dai finanzieri, avrebbero dovuto proseguire per Savona: come destinatario "ufficiale" del pacco aperto dai militari figurava un conoscente dei due colombiani, risultato "pulito" e del tutto estraneo ai loro traffici. I due stranieri averebbero poi dovuto provvedere a spacciare sul mercato del Ponente, particolarmente ricco in quel periodo di vacanze di massa. La donna in particolare sarebbe stata spesso nella zona. Le indagini della Guardia di Finanza hanno permesso di risalire ai due accumulando prove definite "schiaccianti" nei loro confronti, fino alle misure nei loro confronti autorizzate dalla Procura bustese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.