La Cimberio sfida il figlio di Raga

Si gioca a Masnago il Memorial Fermi, classica amichevole casalinga precampionato (martedì 20,30). Di fronte ai biancorossi i campioni svizzeri del Vacallo dove gioca l'erede del grande Manuel. Incasso devoluto al "Ponte del Sorriso"

I tifosi della Cimberio avranno tante buone ragioni per assistere al "Memorial Fermi", il classico appuntamento varesino del precampionato biancorosso che si disputa domani (martedì) alle 20,45 sul parquet del PalaWhirlpool.

Innanzitutto il match che vede opposti Galanda e compagni agli svizzeri del Sav Vacallo è un modo per fare del bene: il ricavato della serata è infatti destinato al progetto "Il Ponte del Sorriso", l’iniziativa promossa dal Comitato Tutela Bambino in Ospedale e sposata dal club biancorosso per potenziare con l’acquisto di 50 culle l’ospedale pediatrico cittadino. L’ingresso è compreso nell’abbonamento – per chi lo ha già sottoscritto – mentre per tutti gli altri sono previsti due ordini di posti: parterre a 25 euro, tribune a 10 euro, fatto salvo che ogni offerta in più è bene accetta.
La seconda "necessità" per i sostenitori varesini è quella di osservare in prima persona la consistenza di una squadra che nelle partite disputate fino a ora non ha né vinto né convinto. Con tante scusanti, sia chiaro, visto che diversi giocatori si sono dovuti fermare per motivi fisici mentre altri (Morandais) sono in ritardo di condizione. Però è chiaro che perdere spesso (siamo a cinque sconfitte su sei) non aiuta a tranquillizzare i tifosi: soprattutto sul campo amico gli uomini di Pillastrini sono così chiamati a una prova gagliarda.
E, analizzando la squadra avversaria, ecco spuntare la terza ragione per non mancare all’appuntamento: il Vacallo ha vinto per la prima volta il campionato svizzero nella scorsa primavera anche grazie all’apporto di un giocatore dal nome evocativo: Manuel Raga Junior. L’ala 36enne è il figlio del grande campione messicano (foto) che trascinò la Ignis a tre scudetti e quattro Coppe dei Campioni nella prima metà degli anni ’70. Raga, invocato da tutto il palasport con il boato di "Manuel, Manuel", è considerato dai tifosi storici il giocatore straniero più amato della storia varesina, anche più di quel Bob Morse che ne prese il posto a suon di canestri. Nelle fila del Vacallo inoltre c’è anche Davide Garruti, giovane esterno dal doppio passaporto già visto in maglia Cimberio due anni fa quand’era un titolare dell’under 19.

In casa Varese c’è attesa per capire se potranno essere della partita Ron Slay e Lorenzo Gergati, alle prese con un infortunio che li sta tenendo lontani dalle gare e che ha fatto loro saltare il Trofeo Lombardia nel week end scorso. La loro condizione sarà valutata nelle ore immediatamente precedenti il "Fermi". Regolarmente in campo invece Jobey Thomas, anch’eglio fermo sabato sera nell’amichevole contro Milano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.