“Milan a Malpensa, siano Pagati gli straordinari dei poliziotti”

La richiesta del sindacato di polizia in seguito all’arrivo del Milan, quando venne chiesto agli agenti di essere in servizio già dotati dell’attrezzatura

Sindacato di polizia di Malpensa in rivolta contro l’evento che si è svolto nei giorni scorsi a Malpensa, quando è arrivato il Milan da “proteggere” dai curiosi. La protesta è contenuta in una lettera che lo stesso sindacato ha inviato al Ministero dell’interno e avente come oggetto “Intervento pagamento indennità di O.P. e regolarizzazione ore straordinario. Servizio Aeroporto di Malpensa, inaugurazione volo Emirati arabi, 29 luglio 2010 Terminal 1”.
Nella lettera il sindacato descrive, seppur con qualche termine tecnico, la situazione che si è creata lo scorso 29 luglio e chiede delucidazioni allo stesso ministero che vengano pagate le ore di straordinario che sono state effettuate per coprire l’evento.

Si legge nella lettera firmata dal segretario provinciale Luigi Empirio: «Questa O.S. in ordine al servizio disposto dall’Ufficio di Polizia di Frontiera di Malpensa per il 29 Luglio u.s. al terminal 1 dell’aeroporto, in occasione della campagna “pubblicitaria” organizzata dalla Società di Calcio A.C. Milan ed il vettore Emirati Arabi, sponsor tecnico della squadra, ritiene che oltre a non essere state rispettate le più elementari norme dell’Accordo Quadro Nazionale, sull’orario di servizio, di cui all’articolo 7 comma 1, 2 e 3., si è organizzato un servizio la cui “portata” in termini di sicurezza non era tale da giustificare che il personale destinato per specialità al controllo dei voli a rischio fosse distolto dal proprio ruolo, la SVIF, come anche i colleghi della PG e della informativa, per essere messi da corollario in divisa, nel piazzale del velivolo a garanzia che nessuno dei curiosi in area sterile si avvicinasse per fotografare o molestare i presenti. Poliziotti a disposizione della Società SEA e di soggetti privati per il quale non certo mancano le risorse finanziare per gestire in modo adeguato “Il rilevante evento”, così descritto in ordinanza».

«Nella circostanza – prosegue la lettera – si è invitato il personale a presentarsi prima dell’orario imposto dall’ordinanza per il ritiro del materiale assegnato al fine di essere operativi a disposizione del Funzionario responsabile del servizio all’ora indicata come inizio servizio senza prevedere quindi il pagamento dello straordinario. Vista la portata dell’evento svoltosi nella piazzola 409, per il quale si è dovuto assicurare che i dipendenti SEA non disturbassero le riprese pubblicitarie, questa O.S. chiede che agli operatori comandati nel servizio sia pagata la prevista indennità di O.P. e venga retribuita a tutti l’ora di straordinario utilizzata per il ritiro del materiale non prevista formalmente nell’ordinanza del 28 Luglio u.s.»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.