Il servizio 112 spiegato ai non udenti

Oltre 300 associati dell'Ente nazionale sordi hanno seguito le istruzioni dell'uso del 112, grazie a un numero che permette di inviare SMS

 È stata una giornata di "lezione " per i 300 soci dell’Ente nazionale sordi della provincia di Varese. Al centro di via Maspero si sono ritrovati per imparare a utilizzare il servizio di emergenza urgenza, il numero 112 che è in fase di sperimentazione alla centrale operativa di Varese.

Il responsabile del servizio, il dottor Guido Garzena, ha spiegato, con l’ausilio di un interprete, come utilizzare l’apposito strumento studiato per venire incontro alle esigenze di chi non sente e non riesce a esprimersi.
Per loro, la Regione ha messo a punto un servizio di messaggi con il cellulare: un apposito numero dedicato dal centralino del 112 è stato dato a tutti gli associati, oltre che ai medici di medicina generale che lo divulgano tra i propri pazienti non udenti. Questo numero servirà a segnalare, via SMS, richieste di aiuto in questi casi speciali: da quando è stato allestito questo programma sono poco più di una decina le richieste arrivate e gestite efficacemente dai centralinisti del 112. Il dottor Garzena ha spiegato l’uso soffermandosi anche sull’utilizzo distorto, insegnando agli "studenti" quando e perchè non si debba utilizzare il numero del soccorso. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.