Carocci: “Oggi contava soltanto vincere”

Realista il libero della Yamamay: “Non è stata una gran partita, ma l’importante era azzerare il fattore campo”. E Parisi rincara la dose: “Pensiamo alla prossima battaglia"

Quando qualcuno le parla di “grande prestazione” da parte della Yamamay, Luna Carocci (nella foto) scuote la testa: “Non è stata certo la prova dell’anno, per entrambe le squadre. Loro di solito in casa giocano meglio, noi abbiamo avuto il merito di essere un po’ più decise nel tie break. Oggi comunque l’importante era solo vincere: abbiamo raggiunto l’obiettivo di togliere a Urbino il vantaggio del campo, ora dobbiamo pensare solo alla prossima in casa”.
Concetto ribadito anche da Carlo Parisi: “Il difficile sarà resettare e ricominciare da zero. Dobbiamo abituarci al clima dei playoff: oggi entrambe le squadre hanno sentito la tensione per l’importanza della posta in palio. Con loro, d’altronde, è sempre una battaglia e sono convinto che sarà così anche per la prossima patita, non cambierà molto”. Una battuta del coach su Havelkova, una delle migliori in campo: “Helena dà sempre l’anima, e proprio per questo a volte le manca quel pizzico di pazienza in più che servirebbe. Ma quando una ragazza gioca con questo trasporto e questa partecipazione, bisogna soltanto farle i complimenti”.
E Francesca Marcon esalta proprio la pazienza della squadra: “Siamo state brave a non mollare mai e costruire la vittoria sui nostri punti di forza; hanno funzionato bene anche la difesa, il muro e la battuta. Nelle ultime partite siamo cresciute tantissimo dal punto di vista mentale, e i risultati si sono visti: non ci siamo mai arrese, abbiamo mantenuto alta la concentrazione fino alla fine. La gara di mercoledì? Non ci sarà tempo per cambiare nulla a livello tecnico o tattico, queste squadre ormai si conoscono benissimo”.

LA CRONACA

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.