Il Varese chiude con il Piacenza la stagione regolare

Domenica (ore 15) i biancorossi ospitano i pericolanti emiliani. In campo una squadra sperimentale: si rivedono Correa e Armenise. Sannino: "Vorrei un grande applauso in vista dei playoff"

Si chiude domani – domenica 29 maggio, ore 15 – la lunga cavalcata del campionato di Serie B, un torneo cadetto che ha rivisto al via il Varese dopo venticinque lunghissimi anni. Un’attesa ripagata con gli interessi per tutto il popolo biancorosso che si prepara ad andare oltre la stagione regolare per provare ad agguantare il sogno promozione nei playoff che scatteranno giovedì 2 giugno.
Contro chi, i biancorossi non lo sanno ancora: tutto indica la Reggina, attualmente quinta, ma gli amaranto (comunque già qualificati) giocano l’ultima partita a Modena contro un Sassuolo alla ricerca degli ultimi punti salvezza. E inoltre il vero e proprio spareggio dell’Olimpico tra Torino e Padova (una sorta di "quarto di finale" in partita secca) potrebbe mettere la vincente davanti ai calabresi.

PIACENZA DA BATTERE – Prima di guardare agli altri campi quindi, la squadra di Beppe Sannino può pensare a se stessa, per tanti motivi. Innanzitutto la gara contro il Piacenza servirà da prova generale per le semifinali: tempo per altri esperimenti non ce né e, pur con tante assenze e molti acciacchi, quella di Masnago è l’ultima possibilità per verificare schemi e uomini. Poi c’è da scacciare il tremendo 5-0 subito a Siena, lunedì scorso; una scoppola senza alcun effetto di classifica ma certo non un toccasana per il morale, visti anche i "danni collaterali" come la squalifica di Corti o i problemi fisici di Pesoli. Infine, l’arrivo del Piacenza al Franco Ossola riporta alla mente la dolorosa sconfitta dell’andata, un 2-1 maturato in extremis nel giorno dell’ultima recita biancorossa di Daniele Buzzegoli (gol ed espulsione) e rovinato dagli incidenti sugli spalti che portarono a polemiche e diffide. Una giornata grigia in tutti i sensi (compreso quello atmosferico) ma per fortuna rarissima per il Varese degli ultimi anni. Gli emiliani arrivano all’ombra del Sacro Monte quasi rassegnati ai playout: per evitarli hanno bisogno di vincere ma i tre punti potrebbero non bastare, se anche le dirette rivali coglieranno il risultato pieno.

RIECCO NETO E CORREA- Il mister ospite Madonna tornerà così ad affidarsi a bomber Cacia, al rientro dall’infortunio e in predicato di diventare uno dei pezzi pregiati del prossimo mercato (interessa alla Samp). Dalla parte opposta Sannino deve fare i conti con le disponibilità, tra squalifiche, infortuni e giocatori tenuti "in ghiaccio" per i playoff. In porta rivedremo Moreau, incolpevole della goleada di Siena; davanti a lui l’unico titolare sarà Pisano, con Camisa e Figliomeni al centro ed Armenise a sinistra. A centrocampo – squalificato Corti e infortunato Osuji – ecco avanzato Dos Santos insieme al rientrante Correa mentre le fasce dovrebbero essere appannaggio di Concas (foto) e Zecchin. L’attacco sarà formato da Carrozza e Neto Pereira che hanno scontato il turno di stop, ma nella ripresa dovremmo vedere anche "l’uomo mascherato", ovvero Giulio Ebagua che si è appena operato al naso per ridurre la frattura.

UN LUNGO APPLAUSO - Alla vigilia del match con il Piacenza, il tecnico biancorosso lancia un appello a tutti i suoi tifosi. "A fine gara mi piacerebbe sentire un grande applauso per la mia squadra, un gesto che però non dovrà essere un ringraziamento bensì il modo per darci una nuova carica, per lanciarci nel nuovo cammino (quello playoff ndr) che stiamo per intraprendere". Sannino torna anche sulla partita di Siena e sul modo in cui è stata assorbita la sconfitta. "Quella di Siena è una macchia che va tolta, non tanto per la sconfitta in sé ma per come è maturata, però è un risultato che non può e non deve rovinare un’annata straordinaria. In Toscana abbiamo capito una cosa: se al posto di correre camminiamo, possiamo perdere con chiunque e nettamente. Ma abbiamo vissuto questo momento da persone serie e credo che la lezione sia stata capita".

Varese – Piacenza (probabili formazioni)

Varese: Moreau; Pisano, Camisa, Figliomeni, Armenise; Concas, Dos Santos, Correa, Zecchin; Carrozza, Neto Pereira. All. Sannino.
Piacenza: Donnarumma; D. Zanoni, Gervasoni, Rickler, Anaclerio; Marchi, Catinali, Bianchi; Guzman; Cacia, Graffiedi. All. Madonna. 
Arbitro: Gallione di Alessandria (Conca e Ponziani – IV° uomo Brasi)

Serie BProgramma e classifiche

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.