“Milano guardi avanti con fiducia”

Pisapia festeggia la vittoria al suo quartier generale: «Grazie a chi mi ha aiutato a liberare Milano». Moratti: «Resto a disposizione della città»

giuliano pisapiaAlle 17.30 Giuliano Pisapia arriva finalmente sul palco del Teatro Elfo Puccini, dove tutti i collaboratori e i supporter lo aspettano. "Sindaco, sindaco, sindaco" chiamano e finalmente lui, avvolto come sempre in un po’ di timidezza e sicuramente ancora frastornato, arriva. Il primo pensiero e’ ai militari feriti in Afghanistan e alle famiglie. Poi, il voto: «Milano aveva bisogno del cambiamento e il voto lo ha dimostrato. Adesso vogliamo guardare avanti». Pisapia conferma di aver già ricevuto la telefonata di congratulazione di Letizia Moratti e di aver telefonato lui stesso al presidente Napolitano. «Milano può’ guardare avanti al suo futuro con fiducia. E’ già iniziata una stagione nuova e noi vogliamo continuare per cinque anni in una stagione che metta da parte contraddizioni frontali e pensa al bene e ai beni comuni". Poi il ringraziamento agli elettori. "Un grande segnale di partecipazione democratica».
Ma un grazie da Pisapia anche alle migliaia di uomini e donne che lo hanno aiutato in campagna elettorale «per liberare Milano. E’ rinato un impegno e un entusiasmo che Milano non vedeva da troppo tempo». Per Pisapia la campagna elettorale della sua squadra ha saputo «sconfiggere le menzogne, la contrapposizione frontale con il sorriso e l’ironia». E ancora un ringraziamento a tutti: «Senza di voi non sarebbe stato possibile. Senza di voi non cambiera’ Milano come la vogliamo noi e noi la cambieremo». E infine promette: «Saro’ il sindaco di tutta Milano».letizia moratti
Dopo l’esito elettorale è intervenuta anche Letizia Moratti con alcune dichiarazioni inviate alle agenzie.
«Sono qui per far capire che sono a disposizione della città e del Paese e che il mio amore per Milano e per l’Italia è cresciuto a contatto con i cittadini con cui ho condiviso sogni e preoccupazioni»: è quanto ha detto l’ex sindaco di Milano, Letizia Moratti, commentando l’esito del ballottaggio nella sede della sua fondazione. La Moratti non ha voluto fare analisi particolari sull’esito del voto «sono cose che lascio agli opinionisti», ha detto, e ha voluto solo ringraziare tutti i partiti «dal Pdl alla Lega, fino alle liste civiche e tutte le persone che sono state al mio fianco in questa campagna elettorale».
festa pisapiaA chi le ha chiesto se i temi nazionali abbiamo influito sull’esito del ballottaggio milanese, la Moratti ha risposto di non voler entrare in questi temi e ha ribadito solo che continuerà a «mettere a disposizione il capitale di fiducia ricevuto in questi anni e a lavorare per rafforzare la coalizione e allargare le alleanze». La Moratti è stata accolta da un applauso dei suoi sostenitori al suo arrivo nella sede del comitato elettorale, accompagnata da Paolo Glisenti, l’uomo che ha curato la seconda parte della sua campagna.
In piazza Duomo e nelle vie del centro, intanto la folla ha incominciati i festeggiamenti a partire dalle 16.30, da quando i dati elettorali hanno cominciato a fare capolino sui maxischermi allestiti appositamente. Ad ogni aggiornamento che avvicinava il completamento dello spoglio dei voti, la folla accoglieva i numeri con un boato.

Galleria fotografica

Festa in Duomo per Pisapia 4 di 11

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 maggio 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Festa in Duomo per Pisapia 4 di 11

Galleria fotografica

Piazza Duomo per Pisapia 4 di 9

Galleria fotografica

Festa totale in centro a Milano 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.