European Poker Tour, un successo a Campione d’Italia

Grande successo per la competizione che si è svolta sabato notte con giocatori provenienti da tutto il mondo

Dopo sei giorni di competizione si è conclusa sabato notte l’undicesima tappa della stagione numero 8 dell’European Poker Tour, per la prima volta al Casinò municipale di Campione d’Italia che per non pochi degli oltre 3.000 giocatori che si sono avvicendati nel torneo è stato una gradevole scoperta, sia per il confort della casa da gioco sia per l’ambiente incorniciato da uno sfolgorante principio di primavera. Particolarmente soddisfatto l’amministratore delegato del Casinò campionese, Carlo Pagan: un segmento importante di giocatori, sostiene, si è trovato in un ambiente che ha saputo rispondere adeguatamente ad esigenze aggiornate, esercitando su una fascia d’età diversa e più giovane di quella dei tradizionali giocatori del Casinò un potente richiamo che evidentemente non è rimasto inascoltato. Positive le ricadute, continua Pagan, sia per lo stesso Casinò, che ha registrato un generale incremento, sia per il territorio, che ha beneficiato di presenze non soltanto numerose, ma provenienti da una variegata serie di paesi. I russi, in particolare, hanno mostrato aperta soddisfazione, premessa di un’eco sicuramente produttiva. Quanto al tavolo finale della tappa campionese dell’European Poker Tour,
gli otto protagonisti dell’atto conclusivo si sono presentati puntuali alle 14 di sabato. La cronaca: lo svedese Ylitalo è il primo player out. Da bottone Soulier apre a 57.000, Botond da small blind rilancia a 230.000, all-in di Ylitalo da big blind, fold di Soulier, call di Botond: Q♥Q♦ per Botond, K♥J♠ per Ylitalo. La coppia di donne regge allo showdown e Ylitalo torna in Svezia con 54.000 euro. L’attenzione degli italiani per il tavolo finale è tutta per Stefano Puccilli che esce dal torneo quando con J♣T♣ finisce all-in contro Busquet con A♥2♥. Subito asso al flop che costringe Puccilli al settimo posto (71.500 euro). Le eliminazioni si succedono e quando scocca la mezzanotte, eliminati Nagel e De Visscher, restano in quattro. Nella note lasciano il tavolo l’ungherese Botond e il francese Soulier (rispettivamente con 157.000 e 240.000 euro). Il testa a testa tra Wrang e Busquet dura circa due ore e mezzo e la spunta Wrang: Busquet chiama l’all in di Wrang con [Ad][9h], il danese si presenta allo show down con [Ah][6d]. Il bord si materializza con ben quattro carte di cuori e Wrang può trionfare portando a casa la bellezza di 640.000 euro; Olivier Busquet conclude il torneo al secondo posto
(430.000 euro).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.