Dopo 26 anni per la prima volta Microsoft va in rosso

Microsoft chiude il quarto trimestre dell'anno fiscale con una perdita di 492 milioni di dollari. A pesare è la svalutazione delle attività on line e la decisione di differire i ricavi legati all'offerta di upgrade di Windows 8

Il dato è trimestrale e negativo. Ma è anche il simbolo di qualcosa che è cambiato nel mondo della tecnologia: è arrivato il primo rosso trimestrale di Microsoft. È il primo dalla quotazione in Borsa 26 anni fa.
Microsoft chiude il quarto trimestre dell’anno fiscale con una perdita di 492 milioni di dollari, o 6 cent per azione, a fronte dei 5,9 miliardi di dollari di utile dello stesso periodo dell’anno precedente. I ricavi salgono del 4% a 18,06 miliardi di dollari. A pesare sui conti è la svalutazione delle attività on line e la decisione di differire i ricavi legati all’offerta di upgrade di Windows 8. Il trimestre include infatti una svalutazione per 6,19 miliardi di dollari sulla divisione dei servizi online legata all’acquisizione di aQuantive nel 2007 per 6,3 miliardi di dollari e il differimento di 540 milioni di dollari di ricavi legati all’upgrade di Windows. Al netto della svalutazione l’utile per azione è di 73 cent.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.