Calcioscommesse, retrocesse Lecce e Grosseto. Stangata per Pesoli

Squalificato anche Antonio Conte, mentre Pepe e Bonucci sono stati prosciolti. Il campionato di serie B dovrà essere rimodellato, col Novara che partirà da -2

La sentenza sul calcioscommesse della Commissione Disciplinare sconquassano il calcio italiano. Partiamo dalla serie B, anche se tutti gli occhi erano puntati sull’allenatore della Juventus Antonio Conte: Lecce e Grosseto sono retrocesse in Lega Pro, con cinque anni di squalifica per il presidente del Grosseto Camilli e l’ex presidente del Lecce Semeraro. Una decisione che ovviamente cambia il panorama della serie cadetta nella quale milita il Varese e che potrebbe portare allo slittamento dell’inizio della stagione.
L’altra notizia che riguarda da vicino la società biancorossa è la stangata ai danni di Emanuele Pesoli, il difensore ora in forza al Verona che con il suo comportamento (tentativo di combinare Siena-Varese insieme a Gervasoni) ha coinvolta anche il club del presidente Rosati, che ha patteggiato un punto di penalità e un’ammenda per responsabilità oggettiva: per lui 3 anni di squalifica.

E veniamo ad Antonio Conte. L’allenatore della Juventus è stato è stato squalificato per 10 mesi dalla Commissione. La Juventus dovrà fare a meno anche del vice allenatore, Angelo Alessio, squalificato per otto mesi, mentre Cristian Stellini, collaboratore di Conte dai tempi di Bari e Siena (periodo al quale si riferiscono gli episodi contestati) ha patteggiato due anni e mezzo e si è dimesso dalla Juventus. Prosciolti invece i due giocatori bianconeri Leonardo Bonucci e Simone Pepe, all’epoca dei fatti a Bari e Udine: le accuse di Andrea Masiello relative a Udinese – Bari non sono state ritenute credibili dalla Commissione Disciplinare (la Procura Federale aveva chiesto 3 anni e 6 mesi e un anno). Prosciolti anche l’Udinese e i giocatori Salvatore Masiello, Daniele Padelli, Giuseppe Vives e Nicola Belmonte (squalificato per sei mesi in relazione alla gara Cesena – Bari). Il Bologna dovrà pagare una multa, mentre Marco Di Vaio è stato prosciolto e Daniele Portanova condannato a sei mesi di stop.

Nel dettaglio la Commissione ha deciso le seguenti sanzioni: ALESSIO Angelo: squalifica di mesi 8 (otto); BERTANI Cristian: squalifica di 3 (tre) anni e 6 (sei) mesi; BOMBARDINI Davide: squalifica di 6 (sei) mesi, ai sensi dell’art. 7, comma 7, CGS, così qualificati i fatti a lui addebitati in relazione alla gara Albinoleffe-Siena; CAMILLI Piero: inibizione di 5 (cinque) anni; CASSANO Mario: squalifica di 9 (nove) mesi; CATINALI Edoardo: squalificadi 3(tre) anni e 6(sei) mesi; CONTE Antonio: squalifica di 10 (dieci) mesi; COPPOLA Ferdinando: squalifica di 6 (sei) mesi, ai sensi dell’art. 7, comma 7, CGS, così qualificati i fatti a lui addebitati in relazione alla gara Albinoleffe-Siena; DRASCEK Davide: squalifica di 3 (tre) anni e 6 (sei) mesi; GHELLER Mavillo: squalifica di 6 (sei) mesi, ai sensi dell’art. 7, comma 7, CGS, così qualificati i fatti a lui addebitati in relazione alla gara Novara-Siena; PELLICORI Alessandro: squalifica di 3 (tre) anni; PESOLI Emanuele: squalifica di 3 (tre) anni; TERZI Claudio: squalifica di 3 (tre) anni e 6 (sei) mesi; VITIELLO Roberto: squalifica di 4 (quattro) anni per illecito sportivo aggravato in relazione alla gara Novara-Siena e per omessa denuncia ai sensi dell’art. 7, comma 7, CGS, così qualificati i fatti a lui addebitati in relazione alla gara Albinoleffe-Siena; Società A.C. ANCONA Spa: ammenda di € 10.000,00 (diecimila/00); Società U.S. GROSSETO F.C. Srl: esclusione dal campionato di competenza di Serie B 2012/2013, con assegnazione da parte del Consiglio federale a uno dei campionati di categoria inferiore; Società NOVARA CALCIO Spa: penalizzazione di 2 (due) punti in classifica da scontarsi nella stagione sportiva 2012/13.

LEGGI IL DISPOSITIVO DELLE SENTENZE

Gli appelli partiranno lunedì 20 agosto davanti alla Corte di giustizia federale.

In precedenza hanno patteggiato 45 tesserati e 13 club: il Siena comincerà la serie A da -6 punti e pagherà 100.000 euro di multa, il Bari in B parte da -5 e pagherà 80 mila euro, AlbinoLeffe, Sampdoria, Torino e Varese hanno patteggiato un -1 e 30.000 euro di ammenda, Portogruaro 5.000 euro di ammenda. I tesserati Angelozzi (4 mesi), Bentivoglio (1 anno e 1 mese), Carobbio (6 mesi in continuazione ai precedenti 20 mesi), Da Costa (3 mesi e 30.000 euro di ammenda), D’Urbano (5 mesi e 10 giorni), Esposito (3 mesi e 10 giorni), Faggiano (4 mesi), Garlini (9 mesi in continuazione ai precedenti 3 anni), Gervasoni (4 mesi in continuazione ai precedenti 6 anni e 8 mesi e proposta di radiazione), Larrondo (3 mesi, 20 giorni e 30.000 euro), A. Masiello (2 anni, 2 mesi e 30.000 euro), Mutti (4 mesi), Parisi (2 anni e 10.000 euro), Passoni (6 mesi e 15 giorni in continuazione ai precedenti 14 mesi), Poloni (6 mesi in continuazione ai precedenti 12 mesi), M. Rossi (1 anno, 8 mesi e 20.000 euro), Sala (2 anni), Sanfelice (4 mesi), Savorani (5 mesi e 10 giorni), Stellini (2 anni, 6 mesi e 50.000 euro di ammenda).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.