Anche dal Lago Maggiore il cordoglio per Genova

La sicurezza della navigazione sul lago passa proprio dalla sala operativa della Guardia Costiera, che era nell'edificio crollato. Gli uomini in divisa, italiani e svizzeri, si stringono intorno ai colleghi liguri

La tragedia di Genova riguarda in modo indiretto anche la provincia di Varese: il soccorso sui laghi del Nord-Ovest italiano dipende infatti anche dal coordinamento della Guardia Costiera di Genova. Ce lo raccontano proprio gli uomini che si occupano del soccorso e della sicurezza nautica sul Maggiore.

Tutti gli uomini in divisa (anche del Cantone Ticino) indipendentemente dai corpi di appartenenza, operanti nelle acque Lago Maggiore sono increduli e sgomenti ma nello stesso tempo vicini ai loro colleghi della guardia costiera di Genova per la sciagura che li ha coinvolti con il crollo della torre adibita a centrale operativa; centrale operativa che ha garantito la sicurezza della navigazione anche sul Lago Maggiore rispondendo alle richieste di aiuto al numero telefonico 1530 e con il ponte radio canale internazionale di emergenza nautico 16
La guardia costiera di Genova, presente dal anno 2008 nel periodo estivo sul Maggiore, ha certamente contribuito a creare quel sinergico gruppo di lavoro interforze che le prefetture hanno trasformato in un riuscitissimo piano di sicurezza e soccorso in acqua dell’area del lago maggiore che oltre alle forze di polizia ha visto molti volontari di protezione civile impegnati nel progetto acque sicure.
Il capo sezione operativa della torre crollata che è anche il coordinatore della base di Verbania raggiunto telefonicamente nella mattinata odierna dai colleghi del lago maggiore, ha commosso tutti con la frase “ringrazio per la vostra vicinanza, qui sotto ci sono i miei ragazzi”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.