Colleoni: “Peccato di inesperienza”

Il vice di mister Colombo fa però i complimenti ai suoi: "Prestazione molto positiva, dispiace per l'epilogo"

Termina 1-1 tra Pro Patria e Vicenza, con i tigrotti raggiunti nel finale dai veneti, che nel finale hanno trovato il punto del pari anche con l’uomo in meno. Giorgio Colleoni, vice di Alberto Colombo squalificato, nonostante il pareggio nel finale, fa i complimenti ai giocatori: «Diciamo che sull’azione del gol, purtroppo in quel momento, abbiamo pagato l’inesperienza e la giovane età della squadra. Penso che sulla qualità della prestazione possiamo essere tutti concordi, una fase difensiva molto ordinata. Oggi abbiamo concesso poco ad una squadra che di solito crea molto. Il rammarico è che pur avendo concesso poco abbiamo ottenuto poco. Il campo oggi comunque ha detto che la Pro è stata molto brava, anche più che a Reggio Emilia. I nostri attaccanti lavorano tanto soprattutto in fase difensiva e oggi sono stati molto bravi».
 
Giovanni Lopez, allenatore del Vicenza, fa i complimenti alla squadra di Busto Arsizio: «Nel primo tempo abbiamo subito l’aggressività della Pro Patria e ci hanno messo in difficoltà, pur non creandoci molti pericoli. Oggi sono stati molti i meriti della Pro, lasciando loro spazio ci avrebbero fatto male e così è andata almeno nella prima frazione di gioco. Al primo posto ci credevamo e ci crediamo anche dopo oggi, noi continuiamo a sperare fino alla fine. Speriamo che i tigrotti facciano il loro compito anche contro le nostre avversarie, perché se giocano come fatto oggi possono portare difficoltà a tutti».
 
A fine partite Giampaolo Calzi, autore della rete e capitano, non nasconde di essere contrariato per il finale negativo di gara: «Sono molto arrabbiato perché non è un punto guadagnato, ma due persi. Abbiamo giocato una delle partite più belle della stagione. Il Vicenza, con tutti i giocatori di categoria che ha in rosa, ha fatto un tiro in porta, ma quella conclusione ha portato al pari. C’è un po’ di amaro in bocca e devo elogiare i compagni e con l’assenza di Matteo Serafini che per noi è fondamentale. Ci spiace, ma dà orgoglio e forza pensare alla prestazione. Un buon gol per me, le punizioni non le provo spesso, ma avrei preferito portasse tre punti e non uno».
 
Daniele Mignanelli anche oggi è stato uno dei migliori: «Fare tre punti in casa con il Vicenza sarebbe stato tanta roba, ma paghiamo un’azione gestita male. Guardiamo il lato positivo: abbiamo guadagnato un punto contro una grande squadra. Nell’azione del gol non abbiamo visto che Spanò era a terra, è andata così purtroppo».
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.