Mostri e principesse al Castello di Monteruzzo

Dal primo di marzo una serie di iniziative teatrali per grandi e piccoli, organizzate dal Cavedio di Varese con l'associazione Decervellati

Due mesi fra mostri, principesse, custodi del Castello, delitti mangerecci, laboratori e corsi al Castello di Monteruzzo di Castiglione Olona. Una rassegna organizzata dall’associazione Il Cavedio di Varese in collaborazione con l’associazione Decervellati Teatro e lo stesso Castello di Monteruzzo.
Il titolo dell’iniziativa è "Mostri e principesse al Castello" ed è in programma dal 1° di marzo. Si inizierà sabato 1 marzo con la mostra di Giada Negri, illustratrice, laureata in psicologia e specializzata in psicoterapia, autrice per Electa e Arte (Mondadori), Corriere della Sera, La Repubblica, La Naciòn de Costa Rica. L’esposizione, che aprirà alle 11, si intitola “Sogni su carta – Mostri e Principesse”, e narra con linguaggio fiabesco il mondo onirico dei bambini raccontando con acrilici e tecniche miste la vita di mostri e principesse. Non mancheranno i “Mostri Mostrissimi”, pupazzi realizzati con materiali di recupero da Claudia Brisa, e saranno proposti dei laboratori sia per bambini sia per adulti.

I piccoli aspiranti artisti saranno accompagnati proprio da Claudia Brisa in un mondo incantato e misterioso, nel quale dedicarsi all’interpretazione di mostri e principesse sperimentando nuove tecniche pittoriche. Giada Negri condurrà invece “i grandi” attraverso le basi della pittura ad acrilico su carta, per realizzare illustrazioni sperimentando tecniche miste.
I laboratori si terranno nei giorni 1, 2, 8 e 9 marzo dalle 14,30 alle 16,00, con la mostra aperta negli stessi giorni dalle 11 alle 19 e anche il 5 marzo dalle 15,00 alle 19,00. COLLETTIVA “CUSTODE” Sabato 15 marzo, alle ore 18, sarà invece inaugurata la mostra collettiva “Custode”, con opere di alcuni fra i più conosciuti e apprezzati artisti varesini: esporranno infatti Samuele Arcangioli, Vittorio D’Ambros, Stella Ranza e Angelo ZIlio, che per l’occasione si sono cimentati con dipinti, ritratti, sculture e installazioni in vari stili. Una dozzina le opere proposte, su carta, legno, in terra o metallo.

Il tema si sviluppa attorno all’idea metaforica della figura del custode e al concetto della custodia, partendo dal presupposto che, così come il castello custodisce, anche l’uomo lo fa, perché l’uomo è custode e non padrone della realtà. In occasione della mostra Il Cavedio realizzerà un libretto di narrazione inserito nella collana Offertalibera, scritto da Fiorenzo Croci e dedicato ai quattro artisti. La mostra “Custode” si potrà visitare il 15, 16, 22 e 23 marzo.

Altro appuntamento è in programma per il 3 aprile alle 21,00, quando il Castello ospiterà “Dolci delitti al castello”, un affascinante mix di pasticceria, letteratura e teatro con il pasticcere Marco Maculan, lo scrittore Paolo Franchini e la compagnia teatrale Decervellati Teatro con Brunella Massacesi. Ai partecipanti saranno servite le prelibatezze di Agatha Christie condite con i misteri dei suoi romanzi gialli in una serata di cucina dal vivo, improvvisazione teatrale e degustazione. Non mancherà naturalmente un misterioso delitto, sul quale i partecipanti dovranno indagare e, infine, risolvere.

DAL CAKE DESIGN ALLA GIOCOLERIA
A impreziosire il tutto una serie di corsi inseriti nel progetto InsubriaCorsi, fra i quali Cake Design, Teatro, Dizione, Hula Hoop, Giocoleria. Tutte le informazioni sono disponibili su www.insubriarete.net

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.