Varese News

Varese Laghi

Arrestato falsario svizzero

L'uomo era stato colpito da un ordine di carcerazione da parte della procura di Como, ora è ai Miogni. Ha funzionato il "velo di sicurezza" a poca distanza dal valico

profughi stazione nord polizia
Lite a bottigliate alla stazione elle Ferrovie Nord. Nel centro di accoglienza di via dei Mille gli ospiti si autogestiscono

Nella nottata di ieri gli agenti della Polizia di Stato del Settore Polizia di Frontiera di Luino hanno tratto in arresto B.P.A. in esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Como.

Il cittadino di nazionalità elvetica è stato fermato nel corso delle attività di controllo di retro valico, il cosiddetto “velo di sicurezza”, nel comune di Lavena Ponte Tresa.

Dalle verifiche effettuate è emerso che a carico del medesimo era attivo un mandato di cattura per i reati di falsificazione e spendita di monete o carte di pubblico credito false.

Condotto presso gli Uffici del Settore Polizia di Frontiera di Luino per le pratiche di rito, è stato in seguito associato al carcere di Varese per scontare la pena di 2 anni e 2 mesi di reclusione e 600,00 euro di multa disposta con la sentenza di condanna.

L’operazione si inserisce nell’ambito dell’incremento dei controlli finalizzati al contrasto dell’immigrazione clandestina.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 ottobre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.