Vieni a prendere una torta da noi. E il vicino diventa un amico

Sabato, 26 maggio, l'Aler di Varese ha organizzato la "Festa del vicino", un'esperienza europea che ora coinvolge anche la nostra provincia

Quanti anni hanno i vostri vicini? Che lavoro fanno? Quali sono i loro hobby? Possiamo scommetterci, ben pochi di voi hanno saputo dare una risposta a tutte queste domande. Sarà un luogo comune ma è vero, al giorno d’oggi anche i nostri vicini sono dei perfetti sconosciuti. Anzi, sembra quasi che siano fastidiosi nemici, a volte.

Un peccato perché, storicamente, gli abitanti di uno stesso quartiere si sono aiutati sempre a vicenda, dando valore al concetto di comunità. Proprio per riscoprire questo antico valore nel 1999, nel quartiere parigino d’Immeubles en Fete, si organizzò una giorno di festa tra vicini. Il meccanismo era semplicissimo, come quello di una qualunque festa tra amici: ogni vicino doveva portare una pietanza per tutti, per organizzare un rinfresco in cui chiacchierare e conoscersi.

L’esperienza francese ebbe un successo clamoroso, e nel tempo si diffuse in tutte Europa. Questo fino al lancio ufficiale, nel 2004, della festa europea del vicinato, lo European Neighbours’ Day. Il meccanismo è sempre lo stesso: organizzare una festa tra vicini, con il contributo di tutti.

In Italia questa giornata, che per il 2007 si celebra proprio questo sabato (26 maggio), si sta diffondendo gradualmente. A segnare la strada, nel 2005, è stata una piccola via di Roma. Poi l’anno scorso c’è stata una diffusione ancora maggiore, che ha coinvolto Livorno, Belluno, Latina, Caltanissetta, Novara, Pavia, Reggio Emilia, Forlì, Parma, Torino. E Varese. Già, l’anno scorso l’Aler ha promosso la festa del vicinato anche nei quartieri Sangallo di Varese e Moriggia di Gallarate che accolsero l’iniziativa con molto entusiasmo. Le famiglie si mobilitarono subito, con un “tam-tam” di famiglia in famiglia, imbandendo le tavole con torte dolci e salate, focacce, conserve, bibite, chi ha preparato l’attrezzatura per la grigliata, chi ha aggiunto sedie e tavoli. Il successo fu così grande che le stesse famiglie decisero di prolungare di un giorno la festa.

Con il supporto dell’A.L.E.R. di Varese, il patrocinio della Provincia di Varese e dei Comuni di appartenenza, gli attori di questa festa che contribuiscono alla “socializzazione” e “solidarietà” sono proprio loro, gli abitanti dei quartieri A.L.E.R. insieme ad altri inquilini dei quartieri di tutta Europa. Questo sabato, quindi, la partecipazione varesina crescerà, e l’iniziativa si ripeterà nei seguenti quartieri:

  • VARESE, QUARTIERE SANGALLO presso il Comitato Spazio Verde Comune, ore 12.30.
  • SARONNO, QUARTIERE MATTEOTTI presso la struttura   parrocchiale  di  San  Giuseppe, ore 15.30.
  • VARESE, QUARTIERE SAN FERMO presso il prato della Chiesa di Santa Maria – piazza Spozio, ore 16.00.
  • GALLARATE, QUARTIERE MORIGGIA, via Fratelli Cervi, ore 17.00.

Lo scopo è quello di combattere il crescente individualismo, anche in aree spesso socialmente complesse come quelle delle case popolari. Non fate parte di questi quartieri? Nulla vieta di organizzare voi qualcosa con i vostri vicini, basta un pizzico di intraprendenza. Buon vicinato a tutti.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.