È morto Don Benzi

Il sacerdote, fondatore della comunità Papa Giovanni XXIII, si è spento per un attacco cardiaco ad 82 anni; previsto per lunedì il funerale

È morto a Rimini, nella sua abitazione, Don Oreste Benzi, 82 anni, presidente e fondatore della comunità Papa Giovanni XXIII. Il sacerdote è deceduto intorno alle 2 a causa di un attacco cardiaco: inutili i tentativi di rianimazione da parte dei soccorsi chiamati da don Elio Piccari, il prete che viveva con lui.

Don Benzi si era sentito male intorno all’1.30 di notte nel suo alloggio nella parrocchia della Resurrezione: subito è partita la chiamata al 118 ma purtroppo non c’è  stato niente da fare. Il cuore del religioso si è fermato alle 2.22. Il sacerdote aveva già avuto nei giorni precedenti un malore mentre stava rientrando da Roma per l’Osservatorio sull’infanzia; nonostante il malore Don Benzi si era recato la sera stessa in discoteca con il vescovo di San Marino per parlare ai giovani. Per questo aveva in programma, proprio questa mattina, una visita di controllo dal cardiologo.

Da oggi a mezzogiorno nella parrocchia La Resurrezione, in via della Gazzella, verrà allestita la camera ardente mentre il funerale è previsto per lunedì 5 novembre alle 10.30 nel Duomo di Rimini.

Don Benzi, settimo di nove figli, era nato il 7 settembre del 1925 a San Clemente in provincia di Forlì. Entrato in seminario a 12 anni, viene ordinato sacerdote nel 1949 e fonda, nel ’68, l’associazione Papa Giovanni XXIII. Un’associazione che conta oggi circa 500 case famiglie presenti in 27 paesi, di cui 200 in Italia e trenta comunità terapeutiche per il recupero dei tossicodipendenti.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 02 Novembre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.