Margutti: «Il difensore civico è utile»

Il consigliere di Forza Italia interviene a sostegno della richiesta del centrosnsitra e il diniego del sindaco Candiani

riceviamo e pubblichiamo

Mi è stata chiesta un’opinione sull’istituzione del Difensore Civico a Tradate, prevista dallo Statuto Comunale. Devo ricordare due momenti: nel 2003, avevo dichiarato, in consiglio comunale, che non lo ritenevo, in quella fattispecie, attuale e propositivo.

Cammin facendo, la coalizione formata da Forza Italia – AN – Lega si dilatò e mi resi conto che erano opportuni alcuni accorgimenti tesi a moderare eventuali ‘debordamenti’ che una maggioranza – soprattutto se troppo autosufficiente – può commettere. Il Difensore Civico può essere uno di questi accorgimenti.

Alla fine dello scorso anno, proprio per i sopracitati motivi, affermai sempre in Consiglio Comunale che avevo rivisto la mia precedente posizione, e che ritenevo opportuna l’istituzione del Difensore Civico per motivi di ‘controllo e stimolo’ democratico.

Ero e rimango convintissimo – parlo a livello generale e non solo di Tradate – che siamo passati dalla presenza di troppa politica (durante la cosiddetta Prima Repubblica) al nulla della politica (nella situazione attuale): l’antipolitica di oggi serve infatti per fare un’altra politica, che non condivido e che combatto. Ricordo che in tale occasione il consigliere di minoranza avvocato Luca Carignola (DS), con leggera ironia, affermò che il mio era un tardivo pentimento e non valutò affatto le motivazioni di questa mia posizione. Peccato, perché avremmo potuto far crescere meglio la attenzione sulla questione, senza strumentalizzarla solo alle scadenze.

Cambiare opinione è lecito, purchè in modo lineare, trasparente e motivato. Ho cambiato opinione in epoca non sospetta, molto prima delle elezioni comunali e l’ho comunicato pubblicamente. Pertanto condivido la posizione di quelli che sono favorevoli all’istituzione del Difensore Civico, perché è utile, perché la politica non può essere ridotta – come troppo spesso accade oggi – a pura fedeltà al capo. I consiglieri comunali devono essere ritenuti teste e non numeri, e come tali devono comportarsi. Da qui nasce questa mia dichiarazione, che scaturisce da un mio convincimento e pertanto è assolutamente personale.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Novembre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.