Pro e contro dell’open source per le imprese: i risultati lombardi di Cna

Il 19 e 20 ottobre si è svolto il MiOpen un workshop dedicato alle nuove tecnologie

CNA Comunicazione e Terziario Avanzato, CNA Lombardia e CNA Milano, promotori ed organizzatori di MiOpen, workshop con l’obiettivo di fare il punto sullo stato dell’arte degli applicativi open source distribuiti ed assistiti in Italia, si ritengono soddisfatti dell’esito della manifestazione.

MiOpen si è svolto a Milano il 19 e 20 ottobre presso il Palazzo Affari ai Giureconsulti e nei due giorni di apertura è stato frequentato da circa 200 persone tra imprenditori e professionisti del settore ICT, nonché rappresentanti di aziende private e pubblici amministratori potenzialmente interessati a programmi applicativi sviluppati in ambiente open.

MiOpen si è aperto con il convegno: “Quali le opportunità, quali i problemi per le imprese e per gli enti pubblici che decidono di utilizzare applicativi open source” cui hanno portato costruttivi contributi per il Ministero dell’Innovazione il Prof. Angelo Raffaele Meo, Presidente della Commissione Open Source istituita presso il CNIPA; Domenico Zambetti, Assessore Artigianato della Regione Lombardia;  Sen.  Fiorello Cortiana per la Provincia di Milano; Giorgio Rapari per la Camera di Commercio.

Per IBM è intervenuto Fabrizio Renzi dell’Area Sistemi e Tecnologie; per Microsoft Alberto Masini, Business Developement Manager; per Sun Microsystems Emanuela Giannetta, Software Products Marketing Manager.

La relazione introduttiva del convegno è stata svolta da Fabio Massimo, coordinatore del Settore ICT di CNA Comunicazione e Terziario Avanzato, le conclusioni da Ivan Malavasi, Presidente nazionale CNA. Ha moderato i lavori Gianfranco Granara, Presidente di CNA Comunicazione e Terziario Avanzato.

Nel pomeriggio, come da programma, sono stati presentati gli applicativi: “Mosaico”, a cura di Carlo Cassinari di Whag (Milano); “Compiere”, a cura di Erika Barausse di Mayking (Vicenza); “Moodle” a cura di Davide Aprea di Kybernèté (Bologna); “NewConfidi”, a cura di Maurizio Foglia di InfoService (Ancona).

 A seguire Italo Vignoli dell’Associazione PLIO ha parlato di “Office Automation in Open Source e di Open Document Format”; Mattia Monga del CLUSIT di “Come gestire la sicurezza informatica con strumenti open”, Roberto Bellini di AICA di “Profili professionali Eucip che includono competenze Open Source”.

 Sabato mattina 20 ottobre sono state illustrate le case history: “E-Government e Open Souce: l’esperienza della Rete Civica del Comune di Cremona” a cura di Diego Sossi di NetPeople; “Risparmio e legalità all’Istituto Alda Faipò” a cura di Giovanni Todisco, del Consiglio di Ististituto Alda Faipò di Gessate Milano; “Applicazioni di business intelligence in open source” a cura di Andrea Gioia di Engineering Spa (Torino).

Si è quindi svolta la tavola rotonda “ERP e Software Gestionali Open Source in Italia” cui hanno partecipato: Alberto Saccardo per “Mosaico”, Marco Lombardo per “Compiere”, Roberto Giusta per “Tinyerp”, Fabrizio Borghi per “Gea.net”, Sandro Carrara per “Gestionaleopen”, Massimo Gerardi per “Phasis”, Francesco Meloni per “Promogest”, Roberto Bello per “Weberp”, Gianni Ferrero per “Oratio”, Davide Bonamini per “vTiger”, Diego Zanga per “eLawOffice”.

MiOpen si è concluso con il Forum “ICT Experience Exchange” progetti, iniziative, attività, collaborazione tra imprese e reti di imprese all’interno del Sistema CNA al quale sono intervenuti: InfoService di Ancona con Maurizio Foglia, Siaer di Modena con Francesco Varanini, SisInformatica di Pistoia e Prato con Stefano Mucci, TeCNA di Pisa con Marco Guastini, il Consorzio Apice di Pisa con Paolo Lanari e Luca Tafani, ICT Team di Udine con Giorgio Ranciaro e Giovanni Forcione.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 07 Novembre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.