Via Petrarca: la maggioranza costretta alla ritirata

"Vivere Besozzo" scopre una falla nel piano di lottizzazione: mancano i riferimenti agli oneri secondari Discussione rinviata al prossimo Consiglio

È iniziato con un minuto di silenzio il Consiglio Comunale di Besozzo tenutosi ieri, mercoledì 28 novembre 2007. Un segno di lutto per la recente scomparsa di Maria Alice Monfrini, «una persona speciale» la descrive il sindaco Fabio Rizzi che la ricorderà ufficialmente a nome dell’Amministrazione comunale di Besozzo durante il funerale di oggi pomeriggio. Maria Alice non ha mai seduto in Consiglio, ma è sempre stata un punto di riferimento per la Lega Nord besozzese, nonché madre dell’assessore Christian Prada. La commemorazione è stata completata dal vice sindaco Fausto Brunella: «È stata lei a convincermi ad entrare in Amministrazine e devo a lei l’esperienza positiva che ho vissuto durante questi dieci anni».

Sette i punti all’ordine del giorno in discussione. Cinque di questi sono stati approvati all’unanimità dal Consiglio Comunale. Sulla variazione di bilancio le opposizioni hanno chiesto chiarimenti e esposto critiche, scegliendo per l’astensione o il voto contrario. Dopodiché però non sono mancate le frizioni, quando si è parlato dell’adozione del Piano di lottizzazione di via Petrarca.
Il consigliere Gianluca Coghetto ha fatto notare all’assessore all’urbanistica alcune lacune nella convenzione per la realizzazione di un fabbricato destinato ad uso industriale. Nel documento compaiono gli oneri di urbanizzazione primaria per la realizzazione di strada e marciapiede, ma non viene fatto alcun riferimento agli oneri urbanizzazione secondaria, questi includono la realizzazione di parchi, parcheggi pubblici, impianti sportivi. Tali oneri possono essere corrisposti al Comune con la realizzazione di opere, oppure versando la cifra corrispondente. Il consigliere della lista civica Vivere Besozzo fa notare che tali oneri sono obbligo di legge. Coghetto ha quindi formalizzato la domanda: «È la volontà dell’Amministrazione non portare a casa gli oneri di urbanizzazione secondaria a discapito del Comune e in disaccordo con la normativa ?»

Dopo un veloce controllo del documento e la verifica che effettivamente manca la voce, l’Assessore Rossotti ammette la lacuna, attribuendo la mancanza ad un problema dell’ufficio tecnico. Il Sindaco Fabio Rizzi propone quindi di ritirare il punto all’ordine del giorno per verificare se sia stata una svista o un errore e di riportare il Piano di Lottizzazione in discussione durante il prossimo Consiglio Comunale.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 29 Novembre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.