Aspirante suicida “civile”, salvato da vicini e vigili del fuoco

Prima di uccidersi col gas aveva lasciato un biglietto alla porta, spiegando ai vicini che sarebbe stato rischioso per loro suonare il campannello. E uno di loro ha chiamato i vigili

Era depresso e aveva intenzioni di suicidarsi, ma evidentemente non se la sentiva proprio di arrecare troppo danno ai vicini.

Per questo  l’aspirante suicida di San Silvestro,  un 41enne che abitava a Saronno in via San Giuseppe 45, ha lasciato fuori dalla sua porta un biglietto che spiegava, più o meno, che essendo intenzionato a suicidarsi con il gas era meglio che i suoi coinqulini non provocassero scintille, per non correre il rischio di far esplodere tutto.

Un biglietto che, grazie a Dio, non è stato considerato uno scherzo da uno della sua scala, il quale ad ogni buon conto ha avvertito carabinieri e vigili del fuoco: che sono accorsi e hanno trovato in effetti i rubinetti del gas della cucina aperti, e l’uomo in attesa di morire. L’uomo, disoccupato e che pare da tempo soffrisse di crisi depressive, era al momento dell’apertura delle porte solo lievemente intossicato, ma è stato portato in ospedale per precauzione.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 02 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.