Aumenta la droga, i carabineri sempre più tra la gente

Bilancio 2007 delle attività dell'arma: gli stupefacenti dilagano, aumentano i furti, ma l'arma limita rapine e incidenti mortali

Aumentano gli arresti per droga, diminuiscono gli incidenti mortali, rimangono più o meno stabili tutti gli altri reati, con una leggera diminuzione delle rapine, e un piccolo aumento dei furti, ma nel complesso si può parlare di un effetto indulto che a Varese ha fatto sentire effetti limitati e di una provincia dove si vive tranquillamente anche se con una rinnovata offerta di stupefacenti, sempre più capillare e a prezzi oramai accessibili a chiunque. E’ il bilancio delle attività del 2007 del Comando provinciale dei carabineri a tradurre in numeri le attività di 41 caserme sul territorio, che ricevono una media di 758 chiamate al giorno al numero provinciale del 112, per un totale di 277mila all’anno. Il colonnello Claudio Criscuolo (foto sopra) è soddisfatto: «Ho un atteggiamento di grande sobrietà verso questi dati – spiega – ma credo che abbiamo fatto un buon lavoro, mi sembra che ci sia più accortezza e collaborazione anche nelle associazioni di categoria, e la diminuzione degli incidenti mortali premia i nostri servizi vicino ai locali del sabato sera».

I carabinieri hanno perseguito 24.996 delitti (+10% rispetto al 2007), ne hanno scoperti 6.990 (+10%), hanno arrestato 955 persone in flagranza di reato (+10%), 228 persone su ordine dell’autorità giudiziaria (-10%), e  hanno sporto denuncia a piede libero su 6.743 persone (+6%). Sul fronte dei reati commessi il trend è il seguente: ci sono state 212 rapine consumate (-11%), 109 rapine scoperte (-9%), 12.722 furti consumati (+10%). La droga: 163 persone sono state arrestate per reati connessi agli stupefacenti (+25%), 512 persone sono state segnalate sempre per droga (-12%). Strade: ci sono stati 1.263 incidenti stradali (-2%), 15 incidenti mortali (-20%), 844 incidenti con feriti (-2%), 404 incidenti senza feriti (stabile). E infine: 43.970 servizi sul territorio (+20%), quasi 140 al giorno. Il colonnello Claudio Criscuolo, comandante provinciale dell’arma, ha sottolineato anche il ruolo del carabiniere di quartiere, sempre presente, e la nuova funzione della caserma di Saronno. Il comandante del Reparto Operativo provinciale Valter Renzetti (foto a lato), ha ringraziato l’autorità giudiziaria «con cui – ha detto – c’è stata una collaborazione esemplare». C’è infine da registrare che il Nucleo operativo provinciale, comandato dal tenente Enzo Molinari, dal primo gennaio cambia denominazione: d’ora in poi si chiamerà Nucleo Investigativo.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.