Controlli di polizia in via Treviglio

Il residence locale è notoriamente frequentato da clandestini e senzatetto

Questa mattina alle 10.30 si è svolto presso il residence di via Treviglio (rione Sant’Edoardo), noto alle cronache come luogo di residenza semipermanente di stranieri, spesso clandestini, un controllo eseguito congiuntamente da Polizia di Stato e vigili urbani. All’interno di due appartamenti si trovavano due cittadini marocchini: di questi, uno era in attesa del permesso di soggiorno, mentre l’altro ne era privo, mancando anche del visto d’ingresso in Italia, ed p pertanto stata disposta nei suoi confronti l’espulsione dal territorio nazionale.

In un altro monolocale dello stabile c’era invece un anziano senzatetto, che agli agenti ha riferito di essere già in fase di sgombero per uno sfratto esecutivo, e di essere stato collocato nell’abitazione dal precedente occupante, un pluripregiudicato che a sua volta l’aveva occupata abusivamente. I controlli effettuati in via Treviglio dalle forze dell’ordine sono piuttosto frequenti: dopo il delitto di ieri in via della Pergola la questione sicurezza è poi tornata chiaramente al centro dell’attenzione.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 31 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.