Cimberio stoppata a fil di sirena

Livorno-Varese 70-68. Simeoli respinge l'ultimo attacco di Galanda, ma i biancorossi si affossano da soli. Childress disastroso, non basta il cuore di Cotani e Boscagin

Ci risiamo. Come a Frosinone contro Veroli, come a Brindisi, anche a Livorno la Cimberio fa di tutto per tornare a casa a mani vuote e soprattutto per perdere una grande occasione di andare in fuga in campionato. Due soli punti, pesanti come macigni, danno la meritata vittoria agli amaranto di Dell’Agnello che non hanno rubato nulla, anzi. La differenza alla fine la fa una stoppata di Simeoli che respinge l’ultimo attacco di Gek Galanda, che poi protesta a lungo con gli arbitri, ma il non fischio in questo caso ci può stare.
Quello che non esiste è l’atteggiamento della squadra in certi frangenti, come il secondo periodo giocato con supponenza e senza vigore, per non parlare del disastro combinato da Childress, il faro designato della squadra. Dopo un match con 6 palle già perse e 1/5 nel tiro pesante, il play americano combina l’idiozia dell’anno, palleggiandosi sui piedi lontano da canestro, senza pressioni, per un inutile rimbalzo sotto le gambe. Una stupidata gratuita che cancella la volontà di Cotani, la bella prova di Boscagin, le triple di Lauwers: tutto quello che aveva permesso alla Cimberio di arrivare in volata con buone possibilità di vittoria. Ma ancora una volta la capolista non si è dimostrata tale nella testa e nella gestione finale: pur omaggiata dell’ultimo pallone da Boyette (0/2 ai liberi a 15” dalla fine) Varese si è vista respingere dal gran salto di Simeoli che ha ricacciato indietro l’ultimo sforzo di Galanda.

Ora i campanelli d’allarme sono suonati tutti: nelle ultime sette gare la squadra di Pillastrini ha raccolto cinque sconfitte. Con questo ritmo la promozione diventa un miraggio, a prescindere dai guai delle dirette concorrenti.

 

LA PARTITA – L’avvio della Cimberio è il più promettente possibile. Lauwers segna 8 punti in 5’, Cotani aggiunge una tripla e Varese è presto sul 13-5. La risposta toscana è affidata a Bagnoli: il pivot segna 5 punti e in pochi istanti Livorno è in scia. Il pareggio è dell’ex Foiera, mentre Childress non ne azzecca mezza. Pillastrini lo cambia con Gergati ma il primo quarto sorride ai padroni di casa, 21-18. Desolante il dato delle palle perse: Varese 9, Livorno 1.
La carestia dura fino a un bel canestro di Galanda dopo il quale Pillastrini sceglie la zona, scardinata da Boyette (27-21) che poi brucia tutti sulla velocità. Varese non trova la via del canestro neppure ai liberi, e solo Galanda trova il jolly. La Cimberio torna a schierare i baby pivot Antonelli e Martinoni ma dall’arco arriva l’ennesimo schiaffo, da Ostler (33-26). Lo spettacolo biancorosso è pietoso e anche catturare un rimbalzo pare un’impresa mentre Bagnoli ne strappa già cinque in attacco. All’intervallo è 41-33 per Livorno, con Galanda nei panni dell’unico baluardo.

Si rientra e la Cimberio trova qualcosa da Dickens (un altro da cui ora si attende una scossa) e la terza bomba di Lauwers per il momentaneo -3. Un ritorno nato però dalla difesa, ora più grintosa nonostante un paio di dormite. Lauwers risponde a Boyette dall’arco e riapre la contesa, 48-47 al 25’. Il sorpasso è evitato da un “tre secondi” dubbio a Galanda, mentre Dickens è costretto a farsi medicare per un colpo. Il pareggio arriva da Boscagin, ottimo in questa fase e finalmente a segno da 3 punti dopo lunghissimo digiuno. Livorno si mette a zona e la Cimberio sbaglia tre volte in un’azione ma ancora il “Bosca” in lunetta riporta i biancorossi in vantaggio. Livorno risponde con 5 punti in 2” a causa di una rimessa orrenda, così al riposo gli amaranto sono ancora avanti 59-58.
.

IL FINALE – Si ricomincia con due palloni gettati nella spazzatura da Childress e Galanda che di fatto aprono i contropiedi livornesi. Dell’Agnello ringrazia (anche uno scatenato Foiera) mentre Pillastrini è costretto al timeout sul 68-61. Cotani è bravo a rubar palla e farsi fermare con un antisportivo da Ostler ma il tutto frutta un solo punto, seguito da un appoggio di Dickens. Di nuovo Cotani segna il -2 in contropiede e il pareggio tocca a Childress. Si gioca su ogni pallone quando Kemp rompe l’equilibrio. La Cimberio spreca due triple e un pallone regalato da Lauwers. La cosa peggiore però è ancora di Childress, play titolare e straniero che si palleggia sul piede a metà campo con una leggerezza bestiale a 45” dalla fine. Boyette fa l’ultimo regalo ai biancorossi fallendo due liberi con 20” da giocare ma per Varese non è sera. Livorno spende bene l’ultimo fallo prima del bonus, poi pesca il jolly con Simeoli che salta altissimo a stoppare Galanda e l’ennesimo tentativo di fuga in classifica.
.
IL TABELLINO

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Gennaio 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.