Il lato buono della Cimberio: travolge Pistoia e rimane in vetta

Varese-Carmatic 90-59. Facile affermazione dei biancorossi, pur a ranghi ridotti. Un Martinoni strepitoso guida la squadra di Pillastrini alla dodicesima vittoria

Dopo aver mandato a Livorno la gemella povera e bruttina, la Cimberio si riprende la scena sul proprio campo, travolgendo la malcapitata Carmatic Pistoia (90-59) e confermandosi in vetta alla LegaDue con due punti di margine su Soresina e Casale (foto Simone Raso). Il tutto con soli otto giocatori all’attivo, tanto per ribadire che questa squadra quando gira non ha necessariamente bisogno di essere al completo per fare bene. La vittoria contro i toscani di Paolino Moretti (giocasse ancora, combinerebbe molto di più di qualche suo giocatore) tra l’altro, porta prima di tutto le firme di Niccolò Martinoni e Lorenzo Gergati, due di cui Pillastrini si può fidare al 100%. Strepitoso il lungo: 27 punti, 8 rimbalzi, 38 di valutazione. In generale però è la squadra al completo a meritare applausi dopo una settimana difficile e polemica su tanti fronti.
Ora però è lecito attendersi conferme a partire da giovedì quando la Cimberio andrà a Rimini, non per riviera o discoteche, ma per affrontare quei Crabs di Sandro De Pol che stanno risalendo in graduatoria e che hanno saputo battere Pavia fuori casa. Mercoledì Pilla farà la conta degli uomini sani: otto o dieci che siano, dovranno avere la voglia di vincere e l’entusiasmo mostrati questa sera.

Galleria fotografica

Varese passeggia in casa contro Pistoia 4 di 18

 

COLPO D’OCCHIO – La neve, il freddo e probabilmente l’ultima esibizione da “vietato ai minori” sciorinata a Livorno in diretta televisiva non sono più di tanto un deterrente per il pubblico di Masnago. Certo Pistoia non è avversaria che solletica più di tanto i tifosi che però rispondono bene e si attestano a quasi 3.500 presenze, compresa la decina di toscani arrivati nonostante il maltempo.

 

PALLA A DUE – Rotazioni ridotte per Pillastrini: senza Nikagbatse e Boscagin (tonsillite, è rimasto a letto) e con Dickens acciaccato il quintetto è obbligato. Martinoni affianca Galanda sotto canestro, Cotani è in ala, Childress e Lauwers le guardie. Moretti lascia in borghese l’ex McCullough e schiera gli ultimi arrivati, Casini e Bryan.

 

LA PARTITA – L’inizio di Martinoni è da favola: 11 punti in 4’ con due triple all’attivo e il primo vantaggio è tutto merito suo (14-3). I feroci raddoppi in difesa e i punti aggiungi da Galanda e Gergati allargano la forbice sino al 21-3: qui finalmente i toscani producono qualcosa sottocanestro completando un 10-0 di parziale firmato Rosselli (foto Simone Raso). Prima della sirena Antonelli schiaccia un assist di Childress, poi è lo stesso play a fissare il 25-13.
Si rivede in campo Genovese ma è Lauwers, ancora a secco dopo 10’, a segnare dall’arco, seguito da un Antonelli sempre più sicuro. Toppo ci prova ma Galanda continua a farsi sentire in attacco e a rimbalzo. Pistoia ha subito risposte dal tiratore Casini e dagli americani che riportano la Carmatic a -10. Moretti allunga la difesa e rosicchia ancora qualcosa ma viene punito da Martinoni e Gergati. L’ultimo pallone è di nuovo gestito “da professore” da Childress: tripla da otto metri e squadre al riposo sul 49-37.

 

Dopo l’intervallo la Cimberio sembra rimasta negli spogliatoi nelle prime azioni, eccetto una tripla a segno di Genovese; piace però Childress che segna e fa segnare Martinoni, a quota 20 con la terza bomba. Pillastrini può provare anche quintetti molto piccoli, con Lauwers ala e Cotani secondo lungo per preservare Antonelli e Martinoni dai falli. Quando “Nik” torna in campo però si fa subito sentire: canestro, stoppata su Tyler e rimbalzo per il 63-45. Lauwers e Gergati arrotondano sulla sirena: 71-47.

 

IL FINALE – La partita non è in più in discussione da un pezzo, ma Varese continua a giocare a pieno ritmo. A far bella figura è Gergati, già molto positivo anche a “giochi aperti”: tra Lollo e Darby lo straniero sembra quello in maglia bianca. La Cimberio valica anche quota +30, come non si vedeva da tempo immemorabile da queste parti, un buon motivo per acclamare tutti i biancorossi, dalla bandiera Galanda a Lauwers passando per Castiglioni e Vescovi. Senza mancare di ricordare a Pillastrini qual è il desiderio collettivo, la promozione. L’entusiasmo ritorna, forse eccessivo, forse un po’ ingenuto; ma è di certo meglio delle nuvole degli ultimi giorni.

 

.IL TABELLINO

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 01 Febbraio 2009
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Varese passeggia in casa contro Pistoia 4 di 18

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.