Il Varese ad Alessandria per l’esame di maturità

I biancorossi privi di Milanese, Del Sante e di mister Sannino affrontano la seconda in classifica. Clima carico su entrambi i fronti, sarà un match da non perdere

Le grandi sfide non finiscono mai per il Varese 1910. Dopo Rodengo Saiano e soprattutto dopo il magico derby contro il Como ecco arrivare la difficile trasferta di Alessandria. Prima contro seconda, miglior attacco contro miglior difesa, la squadra che ha vinto di più contro quella che ha perso meno: i presupposti per una partita da non perdere ci sono tutti.
 
Il Varese dovrà fare a meno dell’esperienza di Mauro Milanese in difesa e della concretezza del bomber di stagione Stefano Del Sante, entrambi squalificati dal giudice sportivo per somma di ammonizioni. L’assenza che però rischia di pesare di più è quella del mister Giuseppe Sannino, cacciato per comportamento non regolamentare nel finale del match contro il Como: dalla panchina l’allenatore che da 17 partite (vale a dire da quando ha sostituito Gedeone Carmignani) non perde riesce dalla panchina a dare la carica giusta ai ragazzi, senza di lui non sarà facile. Al suo posto siederà il vice Stefano Bettinelli, affiancato dal sempre presente direttore generale Sean Sogliano. I due squalificati dovrebbero essere sostituiti da Silva e Andreini, due garanzie. Da verificare le condizioni di capitan Lepore, acciaccato in settimana. In porta confermatissimo Moreau, davanti a lui Silva e Pisano sulle corsie con Camisa e Bernardini al centro, cintura di centrocampo con Grossi, Gambadori, Casisa e Lepore e la coppia davanti Andreini-Crocetti. L’ambiente è carico, il primo posto dà fiducia e i buoni risultati che si susseguono da settimane sono il miglior corroborante che si possa chiedere.
 
Se il Varese sta bene, l’Alessandria sta benissimo. I grigi passati nelle mani di mister Luciano Foschi a gennaio arrivano dal deludente 0-0 casalingo con l’Itala San Marco: anche in Piemonte il clima è caldissimo, i tifosi si scaldano da inizio settimana per caricare la squadra e portare più gente possibile allo stadio. Foschi dovrebbe confermare la formazione tipo con Servili in porta, D’Aniello, Schettino, Ciancio e Zappella in difesa, Bolla, Motta, Longhi e Buglio in mezzo al campo e Artico e Pelatti davanti, con Rosso, ex Pro Patria come Artico, pronto a subentrare. Una formazione robusta, forte fisicamente e difficile da perforare, come dimostrano i soli 15 gol subiti e le due sconfitte. L’Alessandria pareggia spesso, ben 11 volte finora: uscire dal Moccagatta con un punto sarebbe un ottimo risultato per i giovani biancorossi.
 
In campo allo stadio Moccagatta di Alessandria domenica 22 febbraio alle 14.30. Arbitra il signor Gianluca Barbiero di Vicenza, coadiuvato dai guardalinee Federico Caroti di Pontedera e Pietro Casale di Siena.  

Probabili formazioni

 
Alessandria (4-4-2): Servili; D’Aniello, Schettino, Ciancio, Zappella; Bolla, Motta, Longhi, Buglio; Artico, Pelatti (Rosso)
Varese 1910 (4-4-2): Moreau; Pisano, Camisa, Beranrdini, Silva; Grossi, Gambadori, Casisa, Lepore; Crocetti, Andreini

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Febbraio 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.