Resta viva la speranza per Cecilia

Nella terra devastata dal sisma continuano le ricerche dei dispersi, tra loro anche una donna di Arona che lavorava per l'Onu

cecilia corneo, dispersa terremoto haiti Sono ore difficili e di grande caos ad Haiti. Nel Paese devastato dal terremoto di sei giorni fa i medici e la rete degli aiuti stanno cercando di fare fronte alle tragiche conseguenze del sisma. In questa situazione senza precedenti continuano anche le ricerche delle persone rimaste intrappolate nelle macerie. "C’è ancora speranza" di estrarre persone vive dalle macerie hanno dichiarato proprio in queste ore le fonti dell’Onu a Ginevra. La speranza resta dunque viva anche per Cecilia Corneo la donna di 39 anni, originaria di Arona della quale si sono perse le tracce dal giorno del terremoto. La donna lavorava come funzionaria nella sede dell’Onu a Port au Prince, insieme al marito di origini canadesi, Patrick Hein, responsabile politico dell’Organizzazione sull’isola caraibica. Cecilia si era trasferita sette anni fa nell’isola caraibica per lavorare ad una missione di peacekeaping. Secondo quanto riferito dal quotidiano VcoAzzurraNews il marito sarebbe riuscito a contattare via  mail la sua famiglia comunicando di non essere in pericolo ma di non voler abbandonare l’isola finchè le ricerche non saranno concluse. Nella giornata di ieri  è stata confermata la notizia della morte di un altro italiano del quale non si avevano più notizie da giorni, Guido GalliL’uomo, anch’egli funzionario dell’Onu, è stato ritrovato senza vita tra le macerie dell’Hotel Christopher dove la forza di pace aveva il suo quartier generale. Si tratta di un quarantaciquenne agronomo di Firenze. Nello stesso luogo sono concentrate anche le ricerche della donna piemontese.  

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Gennaio 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.