Sgomberati cinque volte in un giorno

La vicenda ha riguardato i rom di via Rubattino. Le insegnanti dei bambini scrivono una lettera: “continueremo a insegnarvi perchè possiate difendervi dalle ingiustizie”

“Grazie per averci insegnato cosa vuol dire avere la tenacia di voler studiare”. A volte le parti si invertono e questa lettera – a prima vista potrebbe sembrare lo scritto di qualche studente riconoscente – arriva dalle maestre di una scuola a Segrate dove sui banchi siedono alcuni bimbi rom. Le maestre hanno deciso di scrivere ai piccoli queste righe per spiegare loro la vicinanza in un momento difficile: sono i figli dei rom nei campi attorno a Segrate oggetto di ben cinque sgomberi in un solo giorno. Da novembre ad oggi gli abitanti delle baracche di via Rubattino, nell’hinterland milanese, sono stati sgomberati per ben 10 volte.
Nella giornata di ieri, 16 febbraio, però, hanno battuto ogni record: le forze dell’ordine li hanno fatti sloggiare per ben cinque volte nel corso della giornata. Nessun incidente durante lo sgombero, solo la tristezza di molti bambini che da anni studiavano nella scuole della zona: a testimonianza di questo la toccante lettera dei docenti.
Secondo un insegnante della comunità di San’Egidio, intervistato dal quotidiano on line milanotoday.com In serata molti di loro vagavano ancora alla ricerca di un riparo per la notte. Alcuni abitanti del quartiere, però, hanno offerto agli sfollati ospitalità: donne con bambini e anziani sono stati i primi ad essere stati accolti”.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 17 Febbraio 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.