Pizzicato con il ruba-soldi sul bancomat

Romeno aveva installato in via Veratti una mascherina per clonare le carte, ma è stato scoperto e arrestato dalla polizia

 La polizia ha scoperto un meccanismo per clonare  i bancomat, ieri sera alle 19 e 10, in una filiale bancaria di via Veratti. Un bancario, che ha anche il conto presso quel bancomat, ha notato un uomo, che con atteggiamento sospetto sembrava curare il dispositivo, e insospettito ha chiamato il 113. La polizia è intervenuta, ha inseguito l’uomo fino a quando lo ha rintracciato, scoprendo che aveva in tasca alcune carte di credito vergini e una piccola spatola. L’uomo, secondo le accuse, aveva installato nel bancomat, un dispositivo a mascherina che permette di registrare il codice della carta quando viene inserita, e grazie una barra in alluminio, munita di due fori, nella parte superiore del bancomat, aveva installato due microcamere capaci di registrare il codice pin che l’utente inserisce. Un meccanismo già noto, che è già stato utilizzato più volte, ma che è comunque molto insidioso. Si tratta di un romeno di 21 anni, abita nella zona di Torino, M.S.C. le sue iniziali.

Galleria fotografica

Bancomat clonato 4 di 8

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 marzo 2010
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Bancomat clonato 4 di 8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore