I diecimila di Girinvalle abbracciano il fiume ferito

Grande festa sulle rive dell'Olona con la manifestazione che coinvolge tutti comuni tra Fagnano e Marnate. La gente è arrabbiata per il nuovo caso di inquinamento di venerdì scorso che ha provocato una moria di pesci

La popolazione della Valle Olona si stringe attorno al suo fiume e in 10 mila hanno abbracciato simbolicamente il corso d’acqua con l’edizione 2010 di Girinvalle, la manifestazione che si volge lungo le sponde del fiume da Fagnano Olona a Marnate con iniziative di vario genere per intrattenere adulti e bambini. Lo sversamento di sostanze inquinanti avvenuto venerdì scorso ha riportato indietro l’orologio di almeno 30 anni, quando vedere pesci morti che galleggiano e schiuma bianca in acqua era la norma. Negli ultimi decenni, la lunga agonia delle tantissime fabbriche posizionate lungo il fiume, la costruzione dei depuratori di Olgiate e Gornate Olona, il ripopolamento ittico e le politiche di sensibilizzazione sulla popolazione avevano migliorato di molto la qualità delle acque tanto da farle tornare ad essere quasi trasparenti ma è bastato il gesto irresponsabile di qualcuno a rovinare tutto il lavoro svolto fin qui.

L’allegria dei tanti bambini
che hanno animato la festa di Girinvalle si è scontrata con le acque torbide e dall’odore acre del fiume e con i pesci morti che galleggiavano: cavedani, barbi, trote morte a migliaia a causa di una sostanza altamente tossica finita in acqua: «Chi ha fatto questo?» – si chiedevano i bambini mentre i pesci a pancia in sù lambivano lo scafo della barchetta che portava i visitatori da un porticciolo all’altro. Il fondo del fiume, che l’anno scorso era visibile, quest’anno è rimasto nascosto dal colore scuro delle acque. «Spero che scoprano i responsabili – dice una mamma arrabbiata – e che paghino per quello che hanno fatto». Quest’anno si era pensato anche di immettere nelle acque delle trote da far pescare ai ragazzi ma il buon senso ha consigliato di non farlo e la postazione della pesca è rimasta desolatamente vuota con un cartello che recitava: «Per colpa di alcuni delinquenti che hanno inquinato il fiume è stata annullata la pesca».

Galleria fotografica

Girinvalle 2010 4 di 10

Gli inquinatori, comunque, non hanno fermato la festa che si è svolta sia sabato sera con il ristorante posizionato a Marnate che domenica con le varie iniziative come il trenino a spinta sulla rotaia della ferrovia della Valmorea, i concerti all’aperto, il truccabimbi e le mostre fotografiche alla Casa di Alice, la visita al bunker di Marnate, gli stand della frutta fresca (andata a ruba in una giornata così calda) e le centinaia se non migliaia di biciclette che hanno invaso la pista ciclabile. Il sindaco di Marnate Celestino Cerana (foto a destra) può dirsi, come i suoi colleghi, soddisfatto del buon successo nonostante tutto: «Stiamo pensando già all’edizione del 2011 – annuncia il sindaco – Girinvalle potrebbe diventare un appuntamento settimanale per tutto il mese, suddiviso tra i vari comuni». L’idea è quella di non concentrare tutto in un giorno ma far diventare la festa itinerante con uno o due comuni  per volta che organizzano un week-end ciascuno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 giugno 2010
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Girinvalle 2010 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore