“Verità in comune”: anche Morazzone aderisce alla campagna di Anci Lombardia

Anche il Comune di Morazzone si associa alla proposta di ANCI Lombardia (Associazione Nazionale Comuni italiani-Lombardia) "Verità in Comune"

Per parlare chiaro ai cittadini bisogna far sapere nella maniera più limpida possibile, per esempio, quanto spende il Comune per la manutenzione del verde, oppure per quella delle scuole, oppure quanto guadagna al mese il sindaco. Per rispondere con chiarezza a queste domande, Anci Lombardia ha ideato e messo a disposizione dei comuni lombardi la campagna di comunicazione “Verità in Comune” a cui Morazzone ha aderito.
Si tratta di dodici manifesti/locandine, predisposte da Anci Lombardia e dove ogni Comune può inserire i propri dati. I temi toccati riguardano in primo luogo i trasferimenti finanziari dello Stato, ma anche i costi dei politici e i principali servizi pubblici che i Comuni riescono a garantire, nonostante le ristrettezze economiche a cui sono sempre di più costretti gli Enti Locali.
Ogni mese, il comune di Morazzone uscirà negli spazi istituzionali predisposti, con una locandina diversa in cui verranno toccati i suddetti temi. Con questa iniziativa si lancia una capillare e puntuale “operazione verità”, diretta a far comprendere a tutti i cittadini il fondamentale ruolo che il Comune svolge nella vita di ciascuno ed inoltre serve a far emergere con chiarezza ed immediatezza che il Comune è il principale protagonista della qualità della vita di ognuno di noi per assicurare i servizi essenziali, talvolta ritenuti "scontati", ma che "scontati" non sono più perchè i soldi sono sempre meno.
 
«Abbiamo deciso di spiegare la situazione in cui ci troviamo – dichiara il sindaco Matteo Bianchi -. Se non approveranno in fretta il federalismo fiscale, sarà sempre più dura per gli Enti Locali garantire i servizi essenziali. Se, da una parte, sugli investimenti non vogliamo frenare per non contribuire a deprimere l’economia locale, invece sulle spese correnti facciamo molta fatica. Cultura, Sociale, Scuola e Sport sono i settori più in difficoltà. Da parte nostra abbiamo fatto una scaletta di priorità: sicuramente i servizi alle Scuole e il contributo alla Scuola per l’Infanzia "Antonini", fondamentale per il proprio sostentamento, non verranno toccati, ritenendo l’educazione dei bambini e dei ragazzi prioritaria su tutto. Sugli altri tre settori suddetti (cultura,sociale,sport) la coperta è corta purtroppo ma faremo il possibile per rimanere su standard decorosi».
 
La prima locandina esposta sul territorio comunale parte proprio dal contributo all’asilo, Fondazione privata, ma convenzionata con il Comune, il quale garantisce, da anni, un contributo economico importantissimo e fondamentale per il funzionamento della scuola stessa. Recita così: “Nel 2010 il Comune di Morazzone ha impegnato oltre 195.000 euro per gli asili, nonostante i tagli dello Stato”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 febbraio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore