MC-Carnaghi, tre volti nuovi per ripartire

Primo allenamento al PalaBorsani per Pincerato, Stufi e Puerari, tra oggi e domani arrivano anche Perinelli e Caterina Bosetti. Fitto calendario di amichevoli, ma all'orizzonte c'è il problema straniere

Per tutti sono già diventate i "tre moschettieri" della MC-Carnaghi, e vista la ridottissima composizione della rosa non potrebbe essere altrimenti: Giulia Pincerato, Federica Stufi e Ramona Puerari sono state le uniche giocatrici di Villa Cortese a partecipare alla prima seduta di allenamento della stagione, tenutasi questa mattina nella sala pesi del PalaBorsani agli ordini del preparatore atletico (e secondo allenatore) Ivan Bragagni. Tra oggi e domani saranno raggiunte da Caterina Bosetti, di ritorno dagli impegni con la nazionale maggiore, ed Elena Perinelli, mentre l’arrivo della centrale Makare Wilson è rinviato di una settimana per motivi burocratici legati al permesso di soggiorno della giocatrice. Per vedere le altre bisognerà aspettare: Sarah Pavan sarà in Italia intorno al 23 settembre, seguita a ruota da Aury Cruz, mentre Guiggi, Lucia Bosetti e Barborkova dovranno attendere la fine degli Europei, e di questo gruppo potrebbe far parte anche Luna Carocci, che visto l’infortunio patito da Cardullo potrebbe a sua volta rientrare tra le convocate di Barbolini.

Il nome di Lindsey Berg, invece, apre un capitolo difficile: la palleggiatrice, reduce dal successo nel World Grand Prix, resterà in nazionale anche per i campionati continentali (10-18 settembre a Portorico), ma la federazione USA, contro ogni regolamento, vorrebbe trattenerla addirittura fino alla World Cup (4-18 novembre). Un’eventualità che il presidente Gian Carlo Aliverti vuole scongiurare ad ogni costo: "Per ora non c’è nulla di ufficiale, tenteremo di raggiungere un accordo amichevole, ma se troveremo rigidità chiederemo che venga rispettato il regolamento e che la giocatrice sia a disposizione almeno fino al 16 ottobre, anche se la speranza è di averla fino al 23". Discorso simile anche per Aury Cruz: la nazionale la vuole per i Giochi Panamericani in Messico (14-30 ottobre), ma la società e la giocatrice la pensano diversamente. La stessa Cruz e Pavan dovranno poi ripartire in gennaio per un nuovo torneo di qualificazione olimpica. Insomma, un percorso a ostacoli in una stagione già assurdamente compressa per offrire alle nazionali uno spazio francamente eccessivo.

Lasciando da parte il discorso straniere, comunque, resta il problema di organizzare una preparazione valida anche a ranghi ridotti: ad aiutare un po’ lo staff cortesino ci sarà per il prossimo mese il palleggiatore nel giro della nazionale Davide Saitta, ai ferri corti con la Sisley Treviso. L’assenza di Berg offre un’importante occasione a Giulia Pincerato: "So di essere qui per fare la seconda – dice l’alzatrice veneta – ma cercherò di giocare bene le mie carte. Voglio sfruttare l’occasione per imparare il più possibile". E Abbondanza conferma: "Serviva un alzatore che sapesse tenere il campo e giocare, Giulia è un’atleta di ottimo livello e ha davanti a sé una grande possibilità. Intorno ha una squadra equilibrata che potrà consentirle di esprimere un gioco molto vario". Felice anche Ramona Puerari, tornata nel giro "che conta" dopo qualche stagione in A2: "L’accoglienza è stata bellissima, abbiamo cominciato con il piede giusto. Noi tre, poi, ci conoscevamo già da prima, quindi non possiamo che essere contente". Infine la più giovane ed esuberante delle tre, Federica Stufi: "Devo farmi le ossa – spiega la centrale con il suo riconoscibilissimo accento toscano – e volevo farlo in una squadra importante, anche per poter vivere l’esperienza della Champions. L’infortunio di quest’estate? Non so ancora bene cosa fosse, ma mi pare che sia passato…".

Quella della MC-Carnaghi sarà dunque una preparazione ad handicap ma anche molto intensa: "Abbiamo impostato tutto sul lavoro tecnico individuale – spiega Marcello Abbondanza (nella foto a sinistra con Puerari) – e anche sull’allenamento fisico per chi già c’è, mentre chi arriverà dopo avrà già qualche partita nelle gambe, e dovremo solo aggiustare il tiro. Certo, sarà complicato trovare l’identità di squadra, servirà uno sforzo particolare da parte di tutte". Fittissimo il calendario delle amichevoli in programma: il 10 settembre si gioca a Novara, il 13 in casa con una formazione russa, il 14 a Chieri, poi il 17 e 18 settembre il Trofeo Bellomo, il 24 e 25 un altro torneo a Salsomaggiore e infine dal 30 settembre al 2 ottobre il Torneo Internazionale di Sanremo. E Abbondanza non si lascia sfuggire l’occasione per un giudizio sulla prossima stagione: "Sarà un campionato equilibrato, con 5-6 squadre a giocarsi la vetta e tante sorprese nella prima fase, quando alcune formazioni, come Piacenza, saranno a ranghi completi e altre molto rimaneggiate. Noi abbiamo una squadra equilibrata, più simile a quella di due anni fa: puntiamo sulla forza del gruppo, la qualità in ricezione e il gioco spinto. L’avversaria più pericolosa? Sicuramente Busto Arsizio".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 agosto 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore